Accordi – Ampower e Simufact Engineer insieme per l’Additive Manufacturing
30/07/2018

Simufact Engineering (www.simufact.com), una MSC Software Company (www.mscsoftware.com) e la società di consulenza Ampower (www.am-power.de) lavoreranno insieme nel campo della tecnologia Additive Manufacturing dei metalli. Questa partnership si propone di incrementare i vantaggi ottenuti dall’utilizzo della simulazione AM, Additive Manufacturing, nei processi produttivi di stampa 3D.

Ampower utilizza la soluzione Simufact Additive per fornire supporto mirato ai propri clienti durante le prime fasi dello sviluppo prodotto, nonché per ottimizzare la produzione, sfruttando l’enorme potenziale dell’Additive Manufacturing. Questa unione rappresenta un supporto importante per le realtà produttive: gli utenti potranno effettuare scelte di progettazione basandosi sulla simulazione dei propri processi produttivi di Additive Manufacturing, anche senza una conoscenza approfondita del software.

I risultati forniti dalla simulazione permettono di avvicinarsi all’ottimizzazione del processo di stampa 3D, contribuendo, quindi, a ridurre i costi di produzione e, al contempo, incrementando la qualità dei pezzi prodotti.

“La valutazione delle deformazioni indotte dallo stress residuo è una delle sfide più importanti relative all’Additive Manufacturing dei metalli. Simufact Additive aiuta il progettista a prevedere le conseguenze dello stress residuo. In fase di ottimizzazione del processo le deformazioni sono compensate con una modifica delle informazioni di produzione, così che le tolleranze di produzione possano trovare riscontro e si possano evitare gli scarti”, spiega Michael Wohlmuth, Managing Director di Simufact Engineering.

“Con un partner come Ampower beneficiamo di un team di esperti in Additive Manufacturing che ci supportano nello sviluppo della nostra soluzione software per offrire una risposta alle necessità del mercato”, aggiunge Wohlmuth.

“L’Additive Manufacturing per pezzi metallici è una tecnologia indispensabile per gran parte delle industrie. Tuttavia, gli utenti si trovano a dover confrontarsi costantemente con l’elevata complessità dei processi e necessitano di soluzioni per controllarla”, dichiara il Dr. Ing. Maximilian Munsch, Socio e Co-fondatore di Ampower.

“Simufact Additive consente di rilevare le deformazioni e altri difetti presenti nei pezzi, ancor prima del processo di costruzione, e di evitarli attraverso un’ottimizzazione mirata. Questo ci permette di fornire consulenza ai nostri clienti e di evitare loro alti costi di produzione e tentativi altrettanto dispendiosi”, evidenzia Munsch.

Indubbiamente, l’Additive Manufacturing sarà uno degli argomenti chiave nel futuro delle industrie metalmeccaniche. Il processo consente ai componenti metallici di essere “stampati” in poco tempo e direttamente da informazioni digitali. Inoltre, il nuovo processo consente di portare avanti progetti che non potrebbero essere realizzati con altri metodi di produzione: ad esempio, impianti e protesi dentali sono prodotte attraverso la stampa 3D.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Tra le “attrattive” della 31.BI-MU di Milano quali suscitano più interesse?

La rivista
Copertina Tecn'è Ottobre 2018

Copertina Tecn'è Percorsi Tecnologici

Copertina Tecn'è Ottobre 2018 Supplemento

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV