Tendenze – Tecnologie in arrivo, il loro impatto e come prepararsi secondo Toshiba
06/12/2018

Negli ultimi anni il panorama tecnologico ha subito enormi cambiamenti: consumatori e professionisti hanno tratto beneficio dalla costante innovazione in ambito cloud, IoT, networking, realtà virtuale e aumentata, solo per citarne alcuni. Tuttavia, l’implementazione e il conseguente impatto di queste tecnologie è stato abbastanza graduale con cambiamenti continui e costanti.

Questo è più evidente in ambito business, dove la digital transformation è spesso frenata da budget e sistemi legacy, ma grazie alla sempre maggiore diffusione di tecnologie come il cloud computing, per cui le aziende EMEA sono all’avanguardia con un tasso di adozione dell’84%, ora questi limiti possono essere superati.

Di conseguenza, il 2019 si preannuncia come un anno di grande e rapida evoluzione e secondo Toshiba (www.toshiba.it/) le tecnologie che influenzeranno il modo in cui lavoreremo nei prossimi anni saranno soprattutto: 5G, edge computing e dispositivi IoT.

Grazie alla velocità superiore e alla maggior capacità rispetto al 4G, il 5G permetterà alle aziende di trarre vantaggio dalle soluzioni IoT, che secondo Ericsson saranno 18 miliardi entro il 2022, il 70% utilizzerà la tecnologia cellulare. L’impatto del 5G sulla diffusione dell’IoT contribuirà ad aumentare l’implementazione di soluzioni come il mobile edge computing, mentre le aziende cercano di gestire in modo efficiente i dati e i problemi di sicurezza, generati da questi dispositivi.

La protezione dei dati continua a essere una preoccupazione per le aziende e, secondo la ricerca “Massimizzare la mobilità” di Toshiba, il 62% dei responsabili IT in Europa dichiara che la sicurezza sarà un investimento prioritario nei prossimi dodici mesi. In un’epoca in cui il cybercrime è inarrestabile, la gestione di un’infrastruttura IT mobile con un crescente numero di touchpoint rappresenterà comprensibilmente una sfida.

SonicWall ha, infatti, previsto un aumento del 275% delle minacce crittografate e del 229% degli attacchi ransomware: secondo il “Cyber Threat Report 2018”, l’IoT diventerà il nuovo campo di battaglia per i criminali informatici.

Le soluzioni di mobile edge computing non solo possono contribuire a garantire la sicurezza perimetrale, ma aiutano a creare una forza lavoro mobile più efficiente e produttiva, elaborando i dati all’edge della rete e riducendo sia il data garbage sia la tensione sui servizi cloud. Inoltre, queste soluzioni agiscono come gateway per introdurre i dispositivi IoT all’interno delle aziende, dimostrando ancora una volta l’allineamento tra queste due aree emergenti.

Nel 2018, abbiamo assistito alla diffusione di soluzioni IoT business come gli smartglass dynaEdge AR di Toshiba, ma l’impatto di 5G, IoT e edge computing contribuirà a ulteriori progressi in quest’area, mettendo in luce il prossimo anno nuovi dispositivi in diversi settori, dall’ingegneria all’industria fino alle utility e all’healthcare.

I dispositivi IoT avranno un forte impatto in ambito business e l’Industria 4.0 potrebbe essere il primo settore a trarre vantaggi da questa tecnologia emergente. Per esempio, nel settore della logistica, gli smart glass permettono di scansionare i codici a barre in modalità “hands-free” grazie alla funzionalità “pick-by-vision”, che proietta le informazioni nel campo visivo dell’utente. Questa tecnologia offre una serie di benefici per migliorare i processi e, allo stesso tempo, questi settori possono essere i primi a guidare la trasformazione attraverso l’automatizzazione della blockchain.

“Il 2019 si preannuncia come un anno interessante per i responsabili IT, grazie all’arrivo di una serie di tecnologie che possono rivoluzionare il nostro modo di lavorare”, dichiara Massimo Arioli, Head of B2B Sales & Marketing di Toshiba Client Solutions Italy. “La sicurezza rimane in cima alla lista, ma una gestione corretta del prossimo 5G non solo consentirà alle soluzioni già esistenti di offrire performance superiori, ma contribuirà alla diffusione di soluzioni IoT ed edge computing”.

“Secondo una nostra ricerca, infatti, il 43% dei responsabili IT intervistati ha dichiarato di dare la priorità all’uso più innovativo di tool digitali per rendere i propri dipendenti più produttivi e mai prima d’ora abbiamo riscontrato premesse così forti per l’arrivo del mercato di queste nuove soluzioni”, conclude Arioli.

 



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Quale tipologia di regalo preferiresti ricevere per le festività natalizie?

La rivista
Copertina Tecn'è Dicembre 2018

Copertina Supplemento Tecn'è Dicembre 2018

Eureka n.6 - 2018

Copertina The best of automation
Newsletter



Sponsor













































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV