Stampa 3D – Con EOS le auto classiche incontrano le tecnologie del futuro
13/09/2017

Altair, APWORKS, csi entwicklungstechnik, EOS GmbH (www.eos.info), GERG e Heraeus hanno utilizzato la struttura frontale di un classico Volkswagen Caddy per dimostrare tutto il potenziale della stampa 3D industriale nel settore automotive. La struttura, molto leggera e stabile, offre al tempo stesso un livello elevato di integrazione funzionale. In questo progetto di sviluppo congiunto denominato 3i-PRINT ((www.3i-print.com),le aziende coinvolte hanno affrontato ogni fase di sviluppo del processo, dalla progettazione, simulazione, ottimizzazione e fabbricazione alla post-produzione del componente. Dalla progettazione al veicolo finale, il progetto è stato completato in soli nove mesi.

Nei prossimi anni la stampa 3D industriale, anche nota come Additive Manufacturing (AM), sarà parte integrante dei processi di produzione su larga scala, favorendo l’innovazione e influendo su processi di sviluppo di importanza critica. La tecnologia è già stata distribuita in un’ampia varietà di settori. La costante evoluzione delle tecniche di produzione e progettazione tramite le soluzioni AM renderà questa tecnologia ancora più conveniente ed efficiente in futuro. In altre parole, l’utilizzo della stampa 3D industriale continuerà a crescere, anche nel settore automotive. Per favorire l’innovazione e dare forma in modo decisivo ai processi di sviluppo, è essenziale esplorare fin da ora tutte le possibilità nei campi della progettazione e dell’Additive Manufacturing.

La vera proposta di valore dell’Additive Manufacturing per l’ingegneria automobilistica può essere realizzata solo attraverso considerazioni che vanno ben al di là della meccanica strutturale e della costruzione leggera. Questa integrazione funzionale, con il valore aggiunto risultante dall’implementazione di quante più caratteristiche tecniche possibili con il minor numero di componenti possibile, è un ulteriore vantaggio chiave che rende redditizio l’utilizzo della stampa 3D nel settore automotive. Con il concept del Caddy, il progetto 3i-PRINT ha l’obiettivo di dimostrare le possibilità tecnologiche future.

Avviato da csi entwicklungstechnik (www.csi-online.de), il progetto 3i-PRINT rappresenta una piattaforma di progettazione agile per le attività di ricerca e sviluppo, che consente la creazione di prototipi innovativi. L’idea è basata sull’utilizzo di nuovi strumenti e metodi, inclusa la stampa 3D industriale. L’obiettivo del progetto è dimostrare e sfruttare appieno il potenziale dei metodi di produzione più all’avanguardia. Il progetto 3i-PRINT è una piattaforma aperta per la collaborazione che consente velocemente l’implementazione delle nuove idee.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
La EMO di Hannover ha sempre permesso di delineare le tendenze emergenti nel mondo della macchina utensile, dei robot e dell’automazione? Cosa possiamo aspettarci dal futuro: in particolare, quali discipline tra quelle indicate guideranno l’evoluzione del

La rivista




Newsletter



Sponsor































































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV