Martedì 21/11/2017 - ore 01.47
 

TENDENZE – CONNESSI ALL’IOT
01/09/2017

Un recente whitepaper di EATON – Preparare macchine e impianti per la connessione all’Internet of Things (IoT) – spiega come preparare macchine e impianti per essere connessi alle applicazioni Industry 4.0.

EATON ha pubblicato un whitepaper intitolato: “Preparare macchine e impianti per la connessione all’Internet of Things (IoT)”. Il documento descrive i punti fondamentali dell’architettura Industry 4.0, come, ad esempio, l’integrazione orizzontale e verticale, i sistemi ciberfisici e gli smart device, inserendoli nel giusto contesto con parole semplici.

di Leo Castelli

Un recente whitepaper di EATON (www.eaton.it) – Preparare macchine e impianti per la connessione all’Internet of Things (IoT) – spiega come preparare macchine e impianti per essere connessi alle applicazioni Industry 4.0. Nel documento vengono trattati i vantaggi e le difficoltà dei costruttori di macchine e dei system integrator e vengono forniti, allo stesso tempo, suggerimenti pratici per concretizzare i vantaggi della nuova era digitale: come è possibile realizzare sistemi di controllo modulari e decentralizzati, abbandonando il classico approccio centralizzato. Questo significa riutilizzare i “blocchi funzionali”, che facilitano e abbreviano i cicli tecnici.

Inoltre, il whitepaper spiega anche come i componenti possono trasformarsi in elementi “intelligenti”. Gli smart device vengono implementati per controllare in modo autonomo questi “blocchi funzionali” all’interno della macchina sulla base dei dati ambientali a disposizione. Per mezzo di protocolli, tra cui l’OPC-UA, è possibile attrezzare le macchine facilmente con nuove funzionalità di comunicazione standardizzate; di conseguenza, i costruttori potranno rendere i loro sistemi IoT-ready, consentendo agli utilizzatori finali di integrarli nelle fabbriche digitali del futuro.

Il whitepaper di EATON può essere scaricato gratuitamente.

APPLICAZIONI DI INDUSTRY 4.0

“Il concetto di Industry 4.0 va molto al di là del solo aumento della produttività e dell’efficienza: integrando i sistemi ciberfisici nell’Internet of Things si apre un ventaglio di possibilità ancora più grande”, spiega Christian Zingg, Director Innovation & Global MOEM Segment presso EATON. “I dati raccolti possono essere messi a disposizione dei costruttori per consentire loro di monitorare i parametri di esercizio, introducendo misure di manutenzione predittiva e aumentando così la disponibilità della macchina. Inoltre, il costruttore è anche in grado di osservare come le macchine vengono utilizzate e, sulla base dei dati raccolti, di suggerire interventi d’ottimizzazione per ottenere ulteriori miglioramenti”.

Vengono illustrati alcuni esempi reali che dimostrano come questi concetti possono già essere integrati facilmente. Ad esempio, utilizzando il sistema di collegamento intelligente SmartWire-DT di EATON abbinato al salvamotore elettronico PKE o all’avviatore a velocità variabile DE1. Il documento spiega con quale facilità è possibile recuperare i dati di processo e trasmetterli a una risorsa esterna per la visualizzazione in mobilità o per l’esecuzione di analisi approfondite.

Nel whitepaper vengono illustrati tre esempi di IoT, tra cui un progetto che mette in evidenza come perfino delle centraline idrauliche possono far parte di una soluzione digitale di questo tipo. Dopo anni di esperienza sia nell’elettrotecnica che nell’idraulica, oltre a fornire componenti, EATON vuole anche dimostrare come la combinazione di questi prodotti stia assumendo un’importanza vitale, in modo particolare negli scenari dell’Industry 4.0. Un aspetto non meno importante di questa combinazione è l’enorme risparmio energetico.

Gli impianti di produzione globali (smart factory) sono orizzontalmente integrati in una rete di fornitori, clienti e partner commerciali.

UN PARTNER AFFIDABILE PER LE AZIENDE

EATON si è prefissata l'obiettivo di fornire al settore dell‘ingegneria meccanica soluzioni da integrare facilmente per rendere le macchine IoT-ready e sta sviluppando componenti, sistemi e servizi che consentano a tutti i costruttori di macchine di implementare i principi fondamentali dell’Industry 4.0 nei rispettivi prodotti, indipendentemente dal fatto che si tratti di macchine piccole, compatte o complesse, o di sistemi su larga scala.

Il CPPS è in grado di fornire tutte le informazioni disponibili per l’analisi dei big data. Questi dati possono essere utilizzati per ottimizzare i processi o per la Customer Driven Innovation.

EATON è un’azienda globale leader nel settore elettrotecnico che vanta una vasta competenza nella distribuzione di potenza e nella protezione dei circuiti, nei sistemi di protezione di backup, nel controllo e l’automazione, illuminazione e sicurezza, soluzioni strutturali e dispositivi per il cablaggio, prodotti per l’impiego in ambienti a rischio o gravosi. Grazie alle sue soluzioni globali, è in grado di far fronte alle difficoltà di gestione dell’energia elettrica al momento più critiche.

EATON è una società di gestione dell’energia che nel 2015 ha realizzato un fatturato di 20,9 miliardi di USD. fornisce soluzioni efficienti dal punto di vista energetico che aiutano i clienti a gestire l’energia elettrica, idraulica e meccanica in modo più efficiente, sicuro e sostenibile. Per EATON lavorano circa 95.000 persone. L’azienda commercializza prodotti in oltre 175 paesi.

Il whitepaper può essere scaricato gratuitamente. Ulteriori informazioni su EATON sono reperibili sul sito www.eaton.it. Per le ultime notizie, è possibile seguire le attività dell’azienda anche su Twitter (@Eaton_EMEA) o su LinkedIn (Eaton EMEA). ©tecnelab

Esempio di integrazione di un CPS in un ambiente IP65: avviatori motore, sensori e attuatori formano un’unità funzionale ripetibile. Ne derivano vantaggi in termini di progettazione e assistenza.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Quale preferisci tra gli articoli selezionati da questa home?

La rivista




Newsletter



Sponsor



















































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV