Information Technology
IL FUTURO È OGGI
01/07/2018

L’“HPE Italian Summit 2018” si è rivelato un’occasione importante per approfondire lo scenario dell’innovazione nell’Italia e nel mondo e il ruolo stesso di HPE, a due anni e mezzo dalla nascita dell’azienda.

Grande successo per l’HPE Italian Summit 2018 Partner Conference & Reimagine, l’evento di HPE, Hewlett Packard Enterprise, più importante dell’anno per partner e clienti, andato in scena al The Mall di Milano.

Simona Recanatini

Il futuro sarà un viaggio straordinario. E il modo più costruttivo per affrontarlo è viverlo come una parte dell’oggi. È con questa premessa che HPE, Hewlett Packard Enterprise, si è presentata all’“HPE Italian Summit 2018 Partner Conference & Reimagine”, l’evento HPE più importante dell’anno per partner e clienti, andato in scena a fine maggio al The Mall di Milano. HPE, con soluzioni che spaziano dal cloud al data center, fino alle applicazioni per il lavoro in mobilità, presenta il più completo portafoglio di offerte del settore: la sua tecnologia e i suoi servizi aiutano clienti di tutto il mondo a rendere l’IT più efficiente, più produttivo, più sicuro. In altre parole, rende possibile ai propri clienti arrivare più lontano, più velocemente.

Stefano Venturi, Corporate VP President e Amministratore Delegato di Hewlett Packard Enterprise Italia, nel suo intervento all’“HPE Italian Summit 2018”.

L’evento milanese si è rivelato un’occasione importante per approfondire lo scenario dell’innovazione nell’Italia e nel mondo e il ruolo stesso di HPE, a due anni e mezzo dalla nascita dell’azienda, proprio come propulsore del progresso in aree chiave quali l’High Performance Computing, l’IoT, l’Intelligent Edge, l’Intelligenza Artificiale e molte altre discipline, a servizio e beneficio delle aziende, delle istituzioni e dell’intera cittadinanza. Investire in competenze, capire in anticipo le esigenze del mercato e come le nuove tecnologie possano contribuire a innovare le aziende clienti rappresentano alcuni focus primari della società. Termini come cultura, competenza, innovazione e Industria 4.0, del resto, si sono rincorsi spesso durante questo HPE Italian Summit 2018.

 

L’“HPE Italian Summit 2018 Partner Conference & Reimagine”, l’evento HPE più importante dell’anno per partner e clienti, è andato in scena al The Mall di Milano.

NUOVA GENERAZIONE DI SOLUZIONI

I nuovi annunci di HPE riguardano innanzitutto la nuova generazione della piattaforma HPE Nimble Storage All Flash Array, progettata per poter sfruttare la nuova classe dei supporti storage in tecnologia SCM, Storage Class Memory, e il protocollo di comunicazione ad alte prestazioni NVMe.

Si segnalano poi le nuove soluzioni basate sull’Intelligenza Artificiale (AI), tra cui HPE Apollo 6500 Gen10 System, in grado di aiutare i clienti ad accelerare, ottimizzare e scalare l’utilizzo dell’AI all'interno delle diverse funzioni di business, in modo da promuovere risultati quali una miglior previsione della domanda, una superiore efficienza operativa, un incremento delle vendite. HPE Digital Prescriptive Maintenance Services, per esempio, è la prima di una serie di soluzioni verticali HPE Pointnext, basate su AI, che automatizza la prevenzione dei problemi e aumenta la produttività delle apparecchiature industriali.

L’evento milanese è risultato occasione per approfondire lo scenario dell’innovazione in Italia e nel mondo e il ruolo di HPE quale propulsore del progresso in aree chiave come l’High Performance Computing, l’IoT, l’Intelligenza Artificiale.

Ricordiamo che Pricewaterhouse Coopers prevede un aumento del PIL globale pari al 14% (l’equivalente di 15,7 trilioni di dollari) entro il 2030, come conseguenza dell’AI, che impatterà maggiormente sulla crescita dei livelli di produttività del lavoro e della domanda dei consumatori. Nonostante le enormi promesse le percentuali di adozione dell’AI restano a oggi ancora basse. Secondo lo studio 2018 CIO Agenda Survey di Gartner, condotto a livello globale, il 4% dei CIO ha implementato la AI, mentre un ulteriore 46% ha unicamente predisposto piani per poterla adottare.

Sempre sul fronte degli annunci, HPE ProLiant for Microsoft Azure Stack (Gen 10) è la soluzione che fa leva sui nuovi processori Intel Xeon basati su piattaforma Purley che consente ai clienti di far girare i propri workload in maniera più rapida e sicura. ©tecnelab

Termini come cultura, competenza, innovazione e Industria 4.0 si sono rincorsi spesso durante l’“HPE Italian Summit 2018”.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Quali di questi “interpreti tecnologici” animeranno la scena industriale italiana nel corso del 2019, divenendo i principali “attori” dello sviluppo futuro?

La rivista
Copertina Tecn'è Novembre 2018

Eureka n.6 - 2018

Copertina The best of automation
Newsletter



Sponsor



































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV