Lavorazioni online
3D PRINTING: FRONTIERA HI-TECH
01/07/2018

La stampante HP Jet Fusion 4210, il nuovissimo upgrade della versione 4200 che rende questa macchina il top per la produzione industriale di qualità in ambito di 3D Printing.

Weerg.com, che annuncia tra l’altro il potenziamento del proprio reparto produttivo e il trasferimento in una nuova sede, assicura tra le proprie tecnologie online anche stampe 3D realizzate con i nuovi sistemi HP Jet Fusion 4210, in ottica Industria 4.0.

di Giovanni Luce

Weerg.com è tra i primi e-commerce al mondo che propone online stampe 3D professionali realizzate con le stampanti HP Jet Fusion 4210, il nuovissimo upgrade della versione 4200 che rende questa macchina il top per la produzione industriale di qualità in ambito di 3D Printing”, spiega Matteo Rigamonti, fondatore di Weerg (www.weerg.com). Un’offerta unica, potenziata esponenzialmente dalla semplicità di utilizzo della piattaforma, dalla preventivazione gratuita in tempo reale e da tempi di consegna garantiti da 3 a 9 giorni. Grazie alla capacità produttiva delle stampanti HP Jet Fusion 4210 (di cui vanta la più grande installazione italiana), “Weerg è in grado di proporre un servizio unico ed efficiente per la prototipazione veloce di un singolo progetto, ma anche per la produzione di tirature fino a 5.000 pezzi, con costi competitivi e qualità eccellente. Le prestazioni delle attrezzature che utilizziamo ci consentono di offrire un servizio totalmente inedito che sicuramente darà vita a un nuovo mercato, rivolgendosi a settori trasversali in diversi ambiti merceologici, che spaziano dalla meccanica all’architetturacommenta Rigamonti. – Ci sono già numerose esigenze professionali latenti che avranno finalmente modo di esprimersi”. Ampiamente soddisfatto del successo che l’offerta di stampe 3D professionali sta riscuotendo sul mercato internazionale, l’e-commerce veneziano ha recentemente siglato un accordo con HP per potenziare ulteriormente il reparto produttivo con l’acquisto di altri 3 sistemi HP Jet Fusion 4210, in vista anche dell’imminente trasferimento in una nuova sede.

Esempio applicativo realizzato da Weerg grazie a HP Jet Fusion 4210.

LA STAMPA 3D ENTRA IN PRODUZIONE

“Prima di cominciare la mia avventura con Weerg, offrendo online lavorazioni CNC con l’impiego di centri di lavoro Hermle a 5 assi in continuo, avevo analizzato la possibilità di aprire un business nel 3D Printing, ma ho ritenuto che ai tempi le tecnologie disponibili non fossero mature per i risultati e gli obiettivi che avevo in mente, cioè la produzione industriale”, racconta Rigamonti. In particolare, i limiti, secondo Rigamonti, erano la bassa produttività e la presenza di supporti che richiedono un notevole intervento manuale da parte di un operatore, quindi una scarsa ripetibilità. “HP ha saputo proporre una soluzione in grado di eliminare gran parte delle criticità delle macchine di precedente generazione ed è bastata una demo per comprendere che finalmente la stampa 3D poteva fare il proprio ingresso nel mondo della produzione”.

Da qui la prima installazione italiana della HP Jet Fusion 4210 presso lo stabilimento di Weerg a Marghera (VE), alla quale in tempi brevissimi ne sono seguite altre due, per un totale di 3 sistemi attualmente impiegati per la produzione di componenti in materiale plastico PA 12 contraddistinto da robustezza e versatilità.

Un momento della lavorazione con la stampante HP Jet Fusion 4210.

Il processo di stampa in sé è piuttosto semplice: si prepara il build (la disposizione dei componenti all’interno del contenitore di stampa), si carica la macchina, si attende la fine del processo e si procede con il raffreddamento e la pulizia dei pezzi. “Non c’è un’attività manuale, che potremmo definire artigianale: il tutto avviene in maniera molto lineare, tanto che un singolo operatore attualmente gestisce tutte e tre le macchine”, spiega Rigamonti. Altra peculiarità molto interessante del sistema HP Jet Fusion è l’unità build asportabile che permette la successiva pulizia dei pezzi dalla polvere non sintetizzata, mentre la macchina può procedere con un nuovo ciclo, riducendo al minimo i tempi morti. I sistemi, dunque, possono essere scaricati e subito caricati con un nuovo lavoro, rendendo il flusso veloce ed efficiente e le consegne rapide e puntuali.

Per automatizzare ulteriormente il processo produttivo, Weerg ha implementato un software di nesting con l’esclusiva opzione che consente di fare il “match” su due build differenti in modo da ottimizzare ulteriormente i carichi. Tutte le scelte tecnologiche, compresa l’installazione delle stampanti 3D HP Jet Fusion, definiscono Weerg come esempio concreto di Industria 4.0, dove la produzione viene verificata dai monitor e gli interventi degli operatori sono ridotti ai minimi termini. Il tutto è orchestrato da ciò che avviene online, sulla piattaforma e-commerce, dove ad oggi convogliano oltre 10.000 richieste di preventivi che convertono in una media quotidiana di 150 ordini. ©TECN’È

I sistemi HP Jet Fusion 4210 possono essere subito caricati con un nuovo lavoro, rendendo il flusso veloce ed efficiente e le consegne rapide e puntuali.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Come ricaricare le energie durante la pausa lavoro? Le scelte sono diverse, ma tra quelle indicate cosa preferite?

La rivista
Copertina Tecn'è Settembre 2018

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor







































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV