Automazione
DOVE L’INNOVAZIONE È DI CASA
01/05/2018

 

Laser Sentinel è una soluzione innovativa per il monitoraggio delle aree di sicurezza, ideale per una vasta gamma di applicazioni in automazione industriale e intralogistica.

Datalogic è protagonista anche quest’anno della manifestazione SPS IPC Drives Italia, “laboratorio 4.0” ideale per la presentazione di numerose novità e innovazioni approntate per il variegato mondo dell’automazione di fabbrica.

di Federica Conti

L’edizione 2018 di SPS IPC Drives Italia si conferma come vero e proprio “laboratorio 4.0” in Italia: per tre i giorni della fiera è d’obbligo concentrarsi e lavora sulla formazione, l’innovazione e i processi di digitalizzazione per la nuova manifattura italiana. Un ampliamento del quartiere fieristico, con un percorso dedicato alla Digital Transformation e un nuovo padiglione denominato DD, Digital District, accolgono tutti i principali player del mondo Digital, Software e Cyber Security: un luogo dove IT e OT mettono a confronto i loro mondi per intraprendere un cammino comune: quello della digitalizzazione delle fabbriche.

Datalogic (www.datalogic.com), i cui prodotti hanno contribuito a innestare i primi processi di automazione intelligente e continuano ad affiancare clienti in tutto il mondo lungo il percorso di evoluzione tecnologica, propone, presso lo stand D004, al padiglione 3, soluzioni di interoperabilità tra sistemi di visione, identificazione e tracciabilità, sistemi di controllo e sicurezza, tecnologie laser scanner, imager e camere lineari, dispositivi manuali per la raccolta automatica dei dati in mobilità, con l’intento di offrire le soluzioni più adatte a ciascun impianto, combinando insieme più tecnologie per massimizzare la produttività e il ritorno sull’investimento.

La crescente domanda di soluzioni di automazione trova una risposta rapida nel nuovo modello di organizzazione Datalogic, focalizzato sui clienti, progettato per realizzare il potenziale delle tendenze della trasformazione digitale e per aiutarli a rimanere competitivi in futuro. “La nostra azienda”, dicono in Datalogic, “è l’unico player sul mercato in grado di fornire una gamma completa di prodotti e soluzioni per fornire l’intera catena del valore”.

L’acquisizione automatica dei dati (AutoID), competenza principale di Datalogic, riveste un ruolo chiave nell’Internet degli oggetti fisici (IoT) e nella comunicazione tra macchina e macchina (M2M). In particolare, Barcode e RFID sono le tecnologie base, necessarie per rendere più flessibili ed efficienti i processi nell’era della smart manufacturing ed estendono la tracciabilità dei processi e degli oggetti fisici fino all’utente finale, con varie applicazioni in diversi ambiti industriali, dall’automotive, all’alimentare, al farmaceutico.

AREE IN SICUREZZA 

Tra i protagonisti della manifestazione di Parma, Datalogic presenta al proprio stand diverse soluzioni per l’oggi e il domani. In primo piano, sicuramente il Laser Sentinel, una soluzione innovativa per il monitoraggio delle aree di sicurezza, ideale per una vasta gamma di applicazioni in automazione industriale e intralogistica. I nuovi filtri di misurazione hardware e software garantiscono affidabilità negli ambienti industriali più difficili. Oltre alla funzione di sicurezza base, incluse quelle di fornire un segnale di arresto sicuro quando una persona viene rilevata nell’area, sono state implementate una serie di importanti funzionalità. Un’intuitiva interfaccia utente grafica consente una facile programmazione dell’intero sistema e la memoria di backup e rende la manutenzione rapida, senza bisogno di scaricare il programma.

SG4-F è invece la prima barriera fotoelettrica di sicurezza con protocollo OpenSAFETY, integrato su una rete Powerlink, una nuova soluzione per la sicurezza che è facile da integrare nelle reti esistenti e che comunica in modo trasparente con i controller programmabili di sicurezza attraverso un protocollo aperto. Grazie alle opzioni di protezione per dita, mani e corpo, SG4 Fieldbus è la barriera fotoelettrica perfetta per applicazioni Industry 4.0. Ideale per una varietà di settori (food & beverage, packaging, macchine utensili, magazzini, legno e ceramica), necessita di meno cablaggi e hardware, è più facile da installare, permette una manutenzione preventiva e un aumento di produttività della macchina stessa.

 

SG4-F è la prima barriera fotoelettrica di sicurezza con protocollo OpenSAFETY, integrato su una rete Powerlink.

GESTIONE DATI 

Presente in fiera anche Matrix 120, il più piccolo scanner industriale disponibile sul mercato con tecnologia imager 2D, facilmente integrabile in ogni tipo di ambito produttivo. Il sistema è ideale per una vasta gamma di applicazioni di raccolta dati nei settori OEM e manufacturing, in particolare per il settore elettronico, per la produzione di PCB board, per il packaging, il food & beverage, il Label-Print & Apply, per il settore chimico e delle analisi biomedicali e per applicazione in chioschi e totem. Grazie alla connettività Ethernet e USB integrata, Matrix 120 è la soluzione perfetta quando le dimensioni ridotte, l’integrazione semplice e le prestazioni sono i fattori chiave. È disponibile in diversi modelli, tra cui un sensore WVGA per applicazioni standard, sensore da 1,2 MP per codici a barre ad alta risoluzione, versione grandangolare per la lettura di prossimità.

Matrix 300N è invece un lettore di codici a barre ultracompatto, progettato per applicazioni DPM, Direct Part Marking, ad alta velocità. Si basa sul nuovo software DL.CODE, che oltre a garantire una maggiore facilità d’uso da parte degli utenti presenta funzionalità extra come il Code Grading, per un perfetto controllo della qualità del codice, la modalità Autotrigger, per applicazioni a presentazione, e quella Smart Autolearn, per un setup facile, anche con codici DPM più difficili da acquisire. Matrix 300N combina un sensore ad alta risoluzione con un’acquisizione ultraveloce delle immagini: 1,3 megapixel, 60 fotogrammi al secondo, un’ampia varietà di ottiche, controllo elettronico della messa a fuoco e modelli polarizzati. II tutto per garantire una soluzione flessibile per ogni ambito produttivo.

Tra le soluzioni in mostra figura anche Marvis, la prima soluzione integrata Datalogic dedicata alla marcatura laser e alla validazione dei codici DPM, Direct Part Marking, realizzata per rispondere alle numerose applicazioni di tracciabilità basate su tecnologia DPM. Si tratta di una combinazione di prodotti Datalogic di marcatura laser e di identificazione in un ambiente software integrato, con interfaccia grafica unificata, GUI-Graphical User Interface, per tutte le operazioni di installazione, impostazione e utilizzo. Un approccio combinato che assicura facilità di utilizzo e prestazioni eccezionali. Marvis è una soluzione completa applicabile sulle famiglie di prodotti di marcatura laser AREX, VLASE e UNIQ e su tutta la gamma di lettori Matrix di Datalogic. Sono disponibili kit pre-configurati e una completa famiglia di accessori per qualsiasi esigenza di marcatura e verifica.

 

Matrix 120 è il più piccolo scanner industriale disponibile sul mercato con tecnologia imager 2D, facilmente integrabile in ogni tipo di ambito produttivo.

LETTURA E VISIONE

Datalogic propone poi la nuova serie PowerScan 9100 che continua la tradizione dei lettori PowerScan robusti ed ergonomici, progettati per durare negli ambienti difficili, introducendo un’innovativa tecnologia: una linea di scansione laser-like di colore verde. La stessa definizione nitida di una linea laser, ma con i vantaggi della tecnologia linear imager. Il risultato è un’eccezionale capacità di decodifica 1D, alte prestazioni su codici a barre danneggiati o stampati male e capacità di lettura su schermi LCD o dispositivi mobili. La serie di scanner linear imager PowerScan 9100 è disponibile nel modello a cavo (PD9100), con tecnologia wireless Bluetooth® (PBT9100) e con connettività wireless con radio STAR Cordless System di Datalogic (PM9100).

PowerScan 9100 continua la tradizione dei lettori PowerScan progettati per durare negli ambienti difficili, introducendo l’innovativa tecnologia a linea di scansione laser-like di colore verde.

La nuova versione del software Impact 11.11 offre nuove funzionalità di OCR avanzato per i processori di visione MX-E e MX-U.

Interessante e da vedere anche il nuovo OCR tool, un potente software di visione in grado di leggere stringhe alfanumeriche impegnative stampate su etichette o marcate DPM, Direct Part Marking, su prodotti industriali. Questo nuovo strumento garantisce un’acquisizione sicura e affidabile di caratteri difficili da leggere in condizioni critiche, come quando lo sfondo non è uniforme, in condizioni di luce variabile e su superfici curve. La nuova versione del software Impact 11.11 offre nuove funzionalità di OCR avanzato per i processori di visione MX-E e MX-U.

COMPUTER PER OGNI IMPIEGO

Rhino II identifica la nuova generazione di computer veicolari di Datalogic realizzati per applicazioni su muletti e carrelli elevatori che richiedono device robusti e affidabili. I terminali veicolari Rhino II sono disponibili con display da 10” e 12” e hanno un grado di protezione IP65/IP67, in grado di garantire un corretto funzionamento anche negli ambienti industriali più difficili. Un modello dedicato freezer-rated, con riscaldatore del display integrato, consente l’utilizzo all’interno e all’esterno di una cella frigorifera. I modelli touch capacitivi sono dotati di vetro blindato antiriflesso da 3 mm e sono utilizzabili con i guanti.

In fiera, Datalogic annuncia anche la nuova generazione di mobile computer industriali serie SH15 e SH21 Blackline, realizzati per applicazioni di magazzino e shop floor. Questi terminali touchscreen industriali possono essere utilizzati per applicazioni fisse e, nel caso di SH15, anche su veicoli. I computer SH15 Blackline e SH21 Blackline presentano tutte le caratteristiche di robustezze tipiche del VMC Rhino II: grado di protezione IP65/IP67, display touch capacitivo con vetro blindato antiriflesso da 3 mm, eccellente capacità di roaming WiFi. I Blackline hanno chassis sottile e leggero, sono dotati di processore Intel® Quad-Core a risparmio energetico o di processori Intel® Core i5 ad alte prestazioni.

Infine, da vedere, il nuovo computer portatile Skorpio X4 è l’ultima evoluzione della linea di prodotti Skorpio di Datalogic. Prodotto affidabile e robusto per applicazioni standard di intralogistica e magazzino, è dotato di un display grafico a colori ad alta visibilità più grande (3,2”). Il terminale portatile Skorpio X4 migliora l’efficienza delle operazioni, è versatile ed è disponibile sia con Windows Embedded o Android. Questo device offre il massimo in termini di ergonomia, interfaccia utente intuitiva, tecnologie di elaborazione e acquisizione dati. ©tecnelab

Il computer portatile Skorpio X4 è l’ultima evoluzione della linea Skorpio: affidabile e robusto è ideale per applicazioni standard di intralogistica e magazzino ed è dotato di un display grafico a colori ad alta visibilità più grande (3,2”).



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Tra le “attrattive” della 31.BI-MU di Milano quali suscitano più interesse?

La rivista
Copertina Tecn'è Ottobre 2018

Copertina Tecn'è Percorsi Tecnologici

Copertina Tecn'è Ottobre 2018 Supplemento

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV