SUBFORNITURA – LAVORAZIONI CNC ONLINE
01/06/2017

www.weerg.com è il sito italiano che offre lavorazioni CNC dedicate a diversi settori industriali.

Weerg è il primo e-commerce che offre lavorazioni CNC online con il servizio di preventivazione in tempo reale. “Prima del lancio della nostra piattaforma non esisteva un servizio simile: questo approccio innovativo e smart, unito alla competenza e alla qualità delle lavorazioni e del supporto offerti, ha generato un successo immediato”, sottolinea Matteo Rigamonti, fondatore di Weerg.

di Giuseppe Costa

weerg.com (www.weerg.com) è il primo e-commerce che offre lavorazioni CNC dedicate a diversi settori industriali, mettendo a disposizione degli utenti tutti i vantaggi di un servizio basato sull’e-commerce puro. Semplicemente partendo da un modello CAD 3D, Weerg realizza parti a costi competitivi, in tempi rapidi e con risultati al massimo della qualità, avvalendosi delle migliori macchine e attrezzature al mondo. Asset di questo servizio sono la preventivazione online, la scelta dei tempi di consegna e l’analisi gratuita preventiva del progetto fornito dal cliente. Lavorazioni CNC per applicazioni di ingegneria e meccanica, per le industrie automotive, elettronica e aerospaziale, per i settori dell’illuminazione, tecnologico e dei beni di consumo, per la strumentazione medica, e non solo, possono essere ordinate con pochi clic. Ne abbiamo parlato con il fondatore, Matteo Rigamonti, che ci ha raccontato la storia di un successo annunciato.

Matteo Rigamonti, fondatore di Weerg.

PREVENTIVAZIONE ONLINE

Nella sua apparente semplicità l’approccio della preventivazione online e della consegna a date prestabilite ha messo Weerg al centro dell’attenzione nel settore della meccanica, ma come è nata questa idea? “Pur senza esserne un cultore, la meccanica mi ha sempre affascinato: da ragazzino le sale dedicate alla meccanica nei musei della scienza e della tecnica di Monaco e Londra mi hanno lasciato dentro una traccia indelebile. Da grande mi sono reso conto che realizzare pezzi meccanici precisi richiedeva non solo esperienza e attrezzature complesse, ma anche molta pazienza con il fornitore: gli era molto più facile realizzare ottimi pezzi piuttosto che fare preventivi veloci e consegnare puntualmente. Per questo motivo mi sono detto, perché non ci provo io?”, risponde Rigamonti.

Weerg è attualmente ubicata in uno stabilimento di 2.400 metri quadrati, a Marghera, in provincia di Venezia.

Ora siete un successo che si consolida, ma all’inizio qual è stata la prima reazione del mercato della meccanica alla vostra proposta? “I settori assomigliano molto alle tecnologie che utilizziamo quotidianamente: nella meccanica non ci sono molte innovazioni se la paragoniamo all’informatica o alla comunicazione e a molti altri settori. Quindi la reazione è stata di forte – per minimizzare – perplessità, con anche qualche vena di scherno... ma è durata abbastanza poco, perché fin dall’inizio abbiamo cercato di mantenere le promesse di qualità e puntualità. Una volta che si trova un’azienda che fa il preventivo in un secondo netto e consegna il materiale perfetto esattamente nella data prescelta è difficile tornare indietro”, sottolinea il fondatore di Weerg.

Un plus di Weerg è il costante e continuo investimento in macchine e attrezzature ad alto contenuto tecnologico.

COME FUNZIONA?

Nei vari forum della meccanica impazzano discussioni su Weerg, clienti felici e concorrenti preoccupati si scontrano nelle discussioni più lunghe che mi sia capitato di vedere in questo settore. Come vi ponete di fronte a questo fenomeno e perché non intervenite mai in queste discussioni? “Onestamente la mole di lavoro ci rende difficile seguire i forum online, specialmente considerando che le discussioni sono decine e alcune addirittura superano i 400 commenti articolati. Complessivamente vediamo che ci sono dei clienti che esprimono la loro soddisfazione, altri che chiedono informazioni, altri che sconsigliano i colleghi di provare Weerg: incredibilmente tra questi ultimi ci sono dei clienti che si servono da noi quotidianamente. Per nulla arrabbiati, ma piuttosto incuriositi dalla cosa, gli abbiamo chiesto perché e ci hanno risposto che siamo un fornitore e che devono avere meno concorrenti possibili”, dichiara Rigamonti.

Però a una domanda dovete rispondere, perché se lo chiedono tutti: come funziona il preventivatore? In molti non capiscono la logica con cui genera il prezzo. “Il preventivatore è in assoluto la parte più complessa del nostro sistema: la prima versione si limitava a considerare i volumi asportati, poi abbiamo cominciato a dare valori diversi alle diverse morfologie e in questo senso, da novembre 2015, l’algoritmo ha avuto quasi 150 implementazioni: insomma chi dice di avere ottenuto preventivi ‘strani’ ha sicuramente ragione. Nella versione attuale, la 17.3, viene fatta un’analisi topologica profonda e il risultato sottoposto a rete neurale per cui il risultato è di una precisione molto alta ed è oggetto comunque di continuo studio e miglioramento. Aspettatevi delle belle sorprese con delle nuove features per il futuro prossimo”, afferma Rigamonti.

Weerg offre lavorazioni CNC su ogni tipologia di metalli, compresi rame e bronzo.

Altra domanda che ricorre: il preventivo fatto online è definitivo? Cioè può cambiare una volta effettuato l’ordine? “Assolutamente no, il prezzo dato dal preventivatore online è definitivo e non viene mai cambiato successivamente”, chiarisce il fondatore di Weerg.

Perché offrite limiti di tolleranza di ±0,05 quando avete un’installazione di fresatrici Hermle e torni Yamazaki Mazak Integrex a 5 assi in continuo che vi consentirebbero di andare senza problemi a ±0,01? Perché applicate la stessa tolleranza a tutto il pezzo e non accettate di variarla ad esempio nelle sedi cuscinetto? Perché avete una lista limitata di materiali? A molti non è chiaro il motivo di tutti questi vincoli. “Alcuni di questi limiti spariranno, ma non tutti. In Italia, infatti, si trovano migliaia di straordinari artigiani della meccanica che sono in grado di seguire il cliente personalmente e realizzare pezzi di precisione e customizzazione estrema, sia pure con tempi e costi più impegnativi. La nostra impostazione è diversa. Se vogliamo fare un paragone aeronautico siamo come Easyjet: macchine tutte uguali e ultimo modello per assicurare la migliore qualità, riducendo i costi, servizi ridotti, ma precisi e affidabili, puntualità, e prezzi decisamente più bassi per i lavori a media e alta complessità; però non abbiamo la ‘prima classe’. Weerg vuole essere una realtà industriale, non artigianale. Basti pensare ad esempio che le nostre macchine Hermle hanno un attrezzaggio fisso di 234 utensili ciascuna (a breve passeremo a 426) per evitare gli errori e le perdite di tempo dovuti a eventuali riattrezzaggi”, commenta Rigamonti.

Spesso i vostri prezzi sembrano veramente molto più bassi della media, come fate? “Premettendo che non ci perdiamo, non è difficile da spiegare: 1. non riattrezziamo le macchine; 2. lavoriamo 24/7 e quindi ammortizziamo molto efficacemente le attrezzature; 3. le macchine sono tutte robotizzate; 4. il reparto CAM è composto da elementi con ventennale esperienza su Hypermill e il 90% delle features sono gestite da funzioni macro che riducono enormemente i tempi. Facile!”, risponde prontamente Rigamonti.

Siete più costosi nei lavori molto semplici però. “Vedo che ci segue veramente con attenzione… Un semplice perno o una boccola possono essere realizzate con ottimi risultati anche con un tornio degli anni ’50. Per il momento quindi non possiamo competere se non con la puntualità e il preventivo istantaneo”, conferma Rigamonti.

Come è composta la vostra clientela? Quanti ordini ricevete quotidianamente? “Rispetto all’anno scorso il nostro fatturato è decuplicato, per cui le cifre che indichiamo oggi sono legate a questo preciso momento, ma siamo fiduciosi che si sposteranno molto velocemente verso l’alto: attualmente la media si avvicina ai 200 ordini al giorno. A oggi siamo a circa 2.500 clienti, di cui il 50% esteri, in prevalenza europei. La tipologia è composta per circa il 70% da terzisti che non dispongono di macchine a 5 assi in continuo o non hanno capacità produttiva disponibile, il 10% sono aziende che progettano internamente i propri prodotti, un altro 10% è formato da centri di ricerca pubblici e privati, mentre il resto della clientela è rappresentato da hobbisti e persone fisiche”, evidenzia Rigamonti.

Programmi per il futuro? “Continui miglioramenti al preventivatore, estensione dei servizi, acquisto di nuove attrezzature e il trasloco in una nuova sede: questi 2.400 m2 cominciano a essere decisamente stretti”. I progetti e le idee del fondatore di Weerg sono decisamente chiare. ©Tecn’è

 

L’home page di weerg.com, la piattaforma che rende semplice e intuitivo l’acquisto di lavorazioni CNC via web.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Dedicato in particolare modo a chi ha esposto o visitato la EMO di Hannover, questo sondaggio vuole porre in luce il futuro della macchina utensile e la sua evoluzione.

La rivista




Newsletter



Sponsor



































































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV