UTENSILI – SPIANATURA AD AVANZAMENTI ELEVATI
01/06/2017

CoroMill 415® – lato inferiore dell’inserto con quattro taglienti – è in grado di raggiungere un valore MRR estremamente alto generando basse forze di taglio.

Dato che la spianatura è una delle operazioni più comuni, le officine meccaniche possono trarre enormi vantaggi dai progressi tecnologici in questo campo. Sandvik Coromant propone una soluzione di fresatura ad avanzamenti elevati per i piccoli diametri che aiuta le officine meccaniche di diversi settori, tra cui l’aerospaziale, a fare un deciso passo avanti verso l’ottimizzazione di questa importante operazione.

di Luigi Ortese

Dato che la spianatura è una delle operazioni più comuni, le officine meccaniche possono trarre enormi vantaggi dai progressi tecnologici in questo campo. I tecnici di produzione sono alla costante ricerca di modi per ridurre il costo dei componenti al fine di rimanere competitivi e guadagnare quote di mercato. Inoltre, considerato che le aziende cercano di operare nel modo più economico possibile, c’è una sempre maggiore attenzione a evitare costi inutili, come quelli associati a scarti e quantità eccessive di utensili in magazzino. Per dare una risposta a queste problematiche, Sandvik Coromant (www.sandvik.coromant.com/it) ha pensato di creare una soluzione di fresatura ad avanzamenti elevati per i piccoli diametri che può aiutare le officine meccaniche di diversi settori, tra cui l’aerospaziale, a fare un deciso passo avanti verso l’ottimizzazione di questa importante operazione.

A patto che non venga compromessa la qualità, il costo per componente è alla base del successo di qualunque attività di lavorazione. Per i tecnici di produzione incaricati di lavorare sulla riduzione dei costi, il primo obiettivo è la produttività che, in termini di lavorazione, è correlata al volume di asportazione del metallo (MRR) e al tasso di utilizzo delle macchine. Naturalmente, più metallo viene rimosso in una singola passata, maggiori sono le vibrazioni e le possibilità di flessione della fresa che vengono introdotte nel processo. Di conseguenza, la scelta della fresa deve essere basata sia sulla capacità di fornire un elevato valore MRR che sull’affidabilità e sulla sicurezza del processo che può offrire. Questo contribuirà anche a ridurre i tassi di scarto, un aspetto importante in un momento in cui le materie prime sono particolarmente costose.

Per quanto riguarda le scorte di utensili, molte officine meccaniche investono eccessivamente in utensili da taglio di tipo differente. In termini di bilancio economico, non è positivo avere utensili adatti a una sola applicazione o a un solo tipo di materiale. L’utilizzo di una fresa ad avanzamenti elevati, intercambiabile con tutta una serie di altri tipi di fresa, è altamente vantaggioso anche da questo punto di vista.

CoroMill 415® impiegata nell’operazione di spianatura di una pista flap.

VANTAGGIO COMPETITIVO

Grazie alla sua nuova fresa ad avanzamenti elevati CoroMill® 415, Sandvik Coromant ha prodotto un utensile a inserti multitaglienti che allarga gli orizzonti di questo maturo processo di fresatura, offrendo alle officine meccaniche l’opportunità di un reale vantaggio competitivo.

Relativamente al costo per componente, CoroMill® 415 è in grado di raggiungere un valore MRR estremamente alto, generando basse forze di taglio; ciò grazie all’elevato numero di inserti della fresa e alla possibilità di lavorare con avanzamenti elevati. La possibilità di montare inserti a quattro taglienti – in combinazione all'elevato valore MRR – migliora sia l’efficienza costi che la produttività. Tutto questo è supportato dal passo stretto (H) della fresa, reso possibile dalla stabilità intrinseca dell’utensile, che assicura che vi sia sempre più di un dente impegnato nel taglio. Il risultato? Riduzione del costo per componente.

Per risolvere il problema della stabilità del processo con un elevato valore MRR, CoroMill® 415 è dotata di sedi inserto con interfaccia iLock. Le forze esercitate sull’utensile durante la lavorazione sono ancora maggiori quando aumenta il volume di truciolo asportato. Tali forze possono provocare microspostamenti dell’inserto nella sua sede e anche i movimenti più piccoli possono avere un effetto negativo sia sulle prestazioni dell’utensile che sul risultato finale.

Il design modulare EH rappresenta un grande vantaggio nelle applicazioni che richiedono profondità elevata e lunghezza di riferimento critica.

PRESTAZIONI SICURE

iLock è un’interfaccia di bloccaggio sicura tra inserto e utensile che impedisce che le forze di taglio incidano negativamente sul posizionamento dell’inserto. Gli utensili con iLock sono dotati di binari o superfici “millerighe” che, incastrandosi perfettamente nelle scanalature corrispondenti degli inserti, assicurano un bloccaggio perfetto. Questo si traduce in migliori prestazioni in termini di precisione, durata utensile e controllo truciolo. Per quanto riguarda quest’ultimo parametro, tutti i corpi fresa CoroMill® 415 includono canali per refrigerante interno con uscita radiale che ottimizzano ulteriormente l’evacuazione truciolo.

Un recente case study effettuato presso un cliente e relativo alla spianatura di un componente di bloccaggio in acciaio P20 (320 Hb) ha fornito risultati impressionanti. Utilizzando una fresa CoroMill® 415 da 25 mm di diametro, è stato possibile aumentare il valore MRR del 26% – da 76 a 96 cm³/min (da 4.64 a 5.86 pollici³/min) – abbassando, di conseguenza, il costo per componente, mentre, per effetto della maggiore sicurezza del processo, la durata utensile è aumentata del 25%, da quattro a cinque pezzi. I dati di taglio erano i seguenti: 0,7 mm (0,028”) di profondità di taglio assiale, 19 mm (0,748”) di profondità di taglio radiale, 171 m/min (561 piedi/min) di velocità di taglio, 0,55 mm/giro (0,022 pollici/giro) di velocità di avanzamento e 2.178 giri/min di velocità del mandrino.

A questi vantaggi possono accedere tutte le officine meccaniche in diversi segmenti industriali, come, ad esempio il settore aerospaziale, quello degli stampi e matrici, l’ingegneria generale e l’industria oil&gas. In pratica, chiunque abbia bisogno di operazioni di spianatura di sgrossatura ad avanzamenti elevati e/o esecuzione di tasche nei diametri da 13 a 32 mm (0,512” ... 1,26”). L’esecuzione di tasche è possibile perché la fresa offre anche capacità di lavorazione di piani inclinati circolare (interpolazione elicoidale).

CoroMill 415® si avvale della tecnologia iLock, un’interfaccia di bloccaggio sicura tra inserto e utensile che impedisce che le forze di taglio incidano negativamente sul posizionamento dell’inserto.

PROBLEM-SOLVER

CoroMill 415® rappresenta un vero risolutore di problemi nelle applicazioni ISO M e ISO S ad avanzamenti elevati. Dirigenti e tecnici potranno ottenere la riduzione del costo per componente che cercavano e, grazie all’interfaccia iLock, anche gli operatori saranno soddisfatti della facilità di manipolazione degli inserti.

Ai responsabili degli acquisti, CoroMill 415® offre la possibilità di ridurre le scorte di utensili. Questo perché la fresa è disponibile con accoppiamento Coromant EH (testina intercambiabile) che ottimizza la flessibilità degli utensili. Con Coromant EH, le aziende hanno a disposizione un vasto assortimento di testine in metallo duro integrale, frese multitaglienti, testine di barenatura, adattatori macchina integrati e differenti steli per ridurre il proprio stock di utensili. CoroMill 415® può infatti essere abbinata all'accoppiamento Coromant EH e ad adattatori antivibranti Silent Tools per eseguire lavorazioni molto affidabili e con un notevole miglioramento della produttività quando c’è bisogno di utensili lunghi e sottili. ®Tecn’è

CoroMill 415® e Coromant EH costituiscono un sistema di attrezzamento modulare che consente la riduzione delle scorte di utensili.

CoroMill 415® può essere abbinata all’accoppiamento Coromant EH e ad adattatori antivibranti Silent Tools per eseguire lavorazioni molto affidabili e con un notevole miglioramento della produttività quando c’è bisogno di utensili lunghi e sottili.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Dedicato, in particolare, ai visitatori di SPS IPC Drives Italia, la fiera dell’automazione che ha recentemente chiuso i battenti a Parma con successo. Quali discipline o tecniche abilitanti giocheranno un ruolo preponderante nel futuro del nostro Paese?

La rivista




Newsletter



Sponsor



























































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV