Information Technology
DEDICATO ALLE PMI CHE INNOVANO
01/04/2018

Il Global Cloud Data Center, recentemente inaugurato a Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo, è il polo tecnologico più grande d’Italia.

Abbattere le barriere tecnologiche, burocratiche o legate ai costi per aiutare le aziende italiane nel loro percorso verso l’innovazione: è questo uno degli obiettivi di Aruba. Ne parliamo con Gabriele Sposato, Direttore Marketing di Aruba Business.

di Simona Recanatini

È sotto gli occhi di tutti: lo scenario tecnologico cambia così velocemente che è davvero anacronistico, da parte delle aziende, poter pensare di avere tutte le competenze e gli strumenti per gestire i propri business in autonomia. Ecco perché una società come Aruba, leader in Italia nei servizi di web hosting, email, PEC e registrazione domini, sta assumendo sempre di più il ruolo di vero e proprio partner delle PMI che puntano all’innovazione, ritrovandosi a fronteggiare ogni giorno il mondo dell’Industry 4.0, l’IoT, la digitalizzazione, i dati in cloud e così via. Attiva sui principali mercati europei, Aruba gestisce oltre 2 milioni di domini, più di 7 milioni di caselle e-mail, 5 milioni di caselle PEC, più di 31.000 server e un totale di oltre 4,7 milioni di clienti.

LA DIVISIONE ARUBA BUSINESS

Nata solamente un paio di anni fa, Aruba Business (www.business.aruba.it) è una nuova divisione creata proprio per supportare i business partner nel mercato dell’IT e del web: si propone come punto di riferimento per quanti stiano cercando un partner tecnologico affidabile grazie al quale poter arricchire la propria offerta per servire in modo migliore e più completo i propri clienti. Aruba Business può aiutare chiunque voglia rivendere le soluzioni offerte o utilizzarle per lo sviluppo di servizi da offrire alla propria utenza: dai System Integrator ai Web Master, dagli Sviluppatori alle Software House, dai consulenti IT alle Web Agency. I servizi del gruppo sono erogati da 4 Data Center proprietari, di cui tre in Italia (due ad Arezzo e uno alle porte di Milano), mentre il quarto, che si trova a Ktiš (Repubblica Ceca), è principalmente dedicato ai paesi dell'Europa centrale e orientale. A questi Data Center si aggiungono strutture Partner che erogano servizi a livello europeo da Praga, Francoforte, Parigi e Londra. La scelta di avere in Italia due data center vicini (3,5 km), che permettono la replica dei dati da una struttura all'altra in tempo reale, è stata fatta per consentire di offrire ai clienti un’ottima ridondanza ed elevate prestazioni. Per comprendere meglio alcuni dettagli dei servizi offerti da Aruba, abbiamo rivolto alcune domande a Gabriele Sposato, Direttore Marketing di Aruba Business.

Gabriele Sposato è il Direttore Marketing di Aruba Business.

D. Partiamo proprio da Aruba Business: quali sono le opportunità per le PMI del manifatturiero (e non solo)? Nuove offerte?

R. Durante la scorsa edizione di SMAU Milano abbiamo festeggiato due anni di Aruba Business e siamo felici che il nostro brand cresca al di sopra delle aspettative, con ritmi superiori rispetto a quelli di crescita del mercato: nel corso di questi due anni abbiamo accresciuto il nostro network di oltre 6.000 partner. È grazie a loro che riusciamo a portare servizi e consulenza sul territorio in modo capillare ed efficace. E questa ritengo sia una grande opportunità per le PMI, del manifatturiero come di altri settori merceologici. Si tratta di un partner vicino, con alle spalle la solidità di Aruba Business, a disposizione per consulenza e necessità nell’ambito dello sviluppo delle proprie infrastrutture IT, in particolar modo rivolte alla creazione e sviluppo di soluzioni in hosting, cloud e servizi data center. Insieme ai nostri partner siamo in grado di coprire un ampio ventaglio di esigenze, dall’hosting condiviso fino alla data center extension, con soluzioni ibride, fisiche e in cloud, garantendo sempre la Business Continuity. Per far sì che la nostra proposta sia sempre efficace, stiamo investendo sempre di più sui servizi tecnici e sul supporto alla migrazione, continueremo a farlo per accrescere ulteriormente la soddisfazione dei clienti, che ad oggi – attraverso un monitoraggio effettuato recentemente – è già superiore al 91%.

D. In che modo il nuovo Global Cloud Data Center italiano può essere d’interesse e d’aiuto per le PMI italiane?

R. Il Global Cloud Data Center – recentemente inaugurato e collocato in un’area strategica per il nord Italia e l’Europa Centrale, a Ponte San Pietro, in provincia di Bergamo – è il polo tecnologico più grande d’Italia ed è a disposizione dei partner di Aruba Business, di conseguenza tutte le PMI del settore hanno la possibilità di sviluppare la propria infrastruttura IT fisica o in cloud attraverso il nostro Data Center. Grazie a un’infrastruttura all’avanguardia e compatibile con i massimi standard di affidabilità ANSI TIA 942-A, sarà possibile gestire il proprio business – a livello di piattaforme e gestione dati – nella massima sicurezza e in conformità con i requisiti che verranno regolamentati dal GDPR (il Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, con il quale la Commissione Europea vuole rafforzare e rendere più omogenea la protezione dei dati personali di cittadini dell’Unione Europea e dei residenti in UE, sia all’interno che all’esterno dei confini della UE, (n.d.r.), in vigore da maggio 2018. Come abbiamo dichiarato nel corso dell’Inaugurazione ufficiale, a ottobre 2017, si è trattato della posa della prima pietra, in quanto abbiamo riqualificato una prima parte dell’area di 40.000 m2 sui 200.000 totali. Ci attende ancora molto lavoro, quindi, ma non possiamo negare la soddisfazione data dal fatto che il 60% del nuovo data center è già stato occupato o prenotato.

Aruba S.p.A. (www.aruba.it) è leader di mercato nei servizi di web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini.

D. Cosa rappresenterà per il network europeo dei data center di Aruba l’apertura del nuovo data center a Varsavia?

R. Questo nuovo Data Center – in una nuova ottica europea post Brexit – rappresenta una scelta logica per lo sviluppo internazionale di Aruba. Aruba Cloud, brand per il mercato cloud di Aruba in Europa, ha infatti rafforzato la propria posizione in Polonia; dal suo ingresso in questo mercato ha acquisito quasi 15.000 clienti. Questo ci ha spinto a investire ulteriormente nel Paese. Il lancio di un data center locale nasce, quindi, da un lato, dal desiderio di raggiungere la clientela polacca, per la quale l’archiviazione di tutti i dati nel territorio nazionale è una priorità; dall’altro dalla volontà di estendere i nostri servizi cloud a Est, specialmente in Ucraina, dove abbiamo riscontrato un grande interesse nel modello cloud.

D. Perché è importante per le aziende del nostro Paese?

R. Il Data Center di Varsavia, oltre ad andare incontro alle esigenze dei clienti locali, rappresenta anche un’ottima base di partenza per tutte le altre azienda, locali e non, che mirano a una strategia di espansione nei mercati dell’Europa centrale e orientale. Per tutte le PMI, che hanno clienti in Polonia, o stanno coltivando una propria base clienti in quell’area, è quindi fondamentale avere un punto di riferimento e un’infrastruttura localizzata.

D. Abbattere le barriere tecnologiche e burocratiche oggi più che mai, è una delle vie per l’innovazione: cosa può dirci di Open Cloud Foundation?

R. Di recente creazione, la Open Cloud Foundation vuole ambire proprio a un’auto-regolazione della Cloud Industry attraverso la promozione e lo sviluppo di una serie di standard tecnologici aperti e universalmente accettati allo scopo di godere di un mercato aperto e libero. Il nostro obiettivo è quello di abbattere le barriere, siano esse tecnologiche, burocratiche o legate ai costi, così da semplificare il passaggio da un cloud provider a un altro e quindi garantire ai clienti libertà di scelta, evitando i lock-in. La necessità è avere standard condivisi applicabili per i provider e comprensibili per i nostri clienti.

INFO 1: OFFERTA STRUTTURATA

L’offerta Aruba è organizzata in 4 Business Line (Hosting & Domini, E-security, Cloud e Servizi di Data Center) a cui vanno ad aggiungersi le divisioni Pratiche.it (è sufficiente richiedere un documento tramite il portale perché lo staff provveda a recuperarlo consentendo al cliente di risparmiare tempo e semplificare la burocrazia…) e Aruba Business. Nello specifico, Hosting & Domini offre servizi e soluzioni per privati e aziende per la creazione e lo sviluppo della presenza online. E-security eroga invece servizi e soluzioni di sicurezza in ambito digitale per imprese, PA, associazioni e professionisti. La Business Line Cloud propone soluzioni di cloud pubblico e privato fornite in modalità IaaS (Infrastructure as a Service) per PMI, PA e grandi aziende. Servizi di Data Center, infine, si occupa di offrire servizi e soluzioni custom per la creazione e la gestione di infrastrutture tecnologiche per grandi aziende e PA.

INFO 2: I NUMERI DI ARUBA

Oltre 2 milioni di domini registrati e mantenuti

Più di 7,4 milioni di caselle e-mail gestite

Oltre 31.000 server gestiti

Più di 4,7 milioni di clienti e partner

Più di 5 milioni di caselle PEC attive

Oltre il 50% dei siti del territorio nazionale attivi in hosting

Oltre 10.000 m2 di data center

Oltre 500 addetti, tra dipendenti e collaboratori

Oltre 140 Gb/s di connettività fra i data center e Internet

Oltre 1,25 milioni di siti attivi in Hosting

©ÈUREKA!

Aruba Cloud sta espandendo la sua attività in Polonia. Ha infatti aperto un nuovo data center a Varsavia che rappresenta un’ottima base di partenza in un’ottica di espansione nei mercati dell’Europa centrale e orientale.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Quale tipologia di regalo preferiresti ricevere per le festività natalizie?

La rivista
Copertina Tecn'è Dicembre 2018

Copertina Supplemento Tecn'è Dicembre 2018

Eureka n.6 - 2018

Copertina The best of automation
Newsletter



Sponsor













































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV