MACCHINE UTENSILI – PROSPETTIVE APERTE
01/09/2017

Yoshimaro Hanaki racconta a TECN’È la crescente importanza dello Smart Manufacturing. ©Okuma

Yoshimaro Hanaki talks to TECN’È about the growing significance of smart manufacturing. ©Okuma

Nel 2017 non solo ricorre il 120° anniversario di Okuma, ma è anche l’anno in cui l’azienda ha inaugurato la sua seconda Smart Factory, Dream Site 2, presso la sede centrale in Giappone. Yoshimaro Hanaki, presidente e CEO di Okuma Corporation, ci racconta la crescente importanza dello Smart Manufacturing e la filosofia da oltre un secolo alla base dell’innovazione Okuma. (Italian and English Edition).

di Anita Gargano

Il 2017 è un grande anno per Okuma. Non solo ricorre il 120° anniversario dell’azienda, ma è anche l’anno in cui il noto produttore di CNC ha inaugurato la sua seconda Smart Factory di ultima generazione, Dream Site 2, presso la sede centrale in Giappone. Yoshimaro Hanaki, Presidente e CEO di Okuma Corporation (www.okuma.co.jp/english/), racconta a TECN’È la crescente importanza dello Smart Manufacturing e la filosofia che da oltre un secolo è alla base dello sviluppo dell’innovazione di Okuma.

Recentemente la seconda fabbrica intelligente per la produzione di macchine utensili Okuma ha iniziato la produzione. Qual è l’importanza dello Smart Manufacturing per Okuma?

Nel 2013 abbiamo inaugurato la nostra prima fabbrica intelligente per l’intera catena di produzione, Dream Site 1, dedicata alla produzione di macchine multitasking e torni di medie e grandi dimensioni. La fabbrica ci ha consentito di ridurre i tempi di consegna e aumentare la produttività in modo significativo attraverso l’integrazione di macchine utensili e robot con l’Internet of Things.

Con Dream Site 2 abbiamo aumentato ulteriormente l’automazione e l’efficienza per la produzione di pezzi per i nostri torni e rettificatrici di piccola e media taglia. Inoltre, è completamente automatizzata anche la movimentazione di materiale e pezzi tra le diverse fasi di lavorazione. La fabbrica utilizza macchine intelligenti e IoT con l’obiettivo di ottenere un’efficienza di produzione equivalente a quella della produzione di massa in una produzione di piccoli volumi con molti codici di prodotto diversi tra loro.

Questi miglioramenti non sono significativi solo per noi, ma anche per i nostri clienti. Il know-how acquisito nella costruzione di Dream Site 1 e Dream Site 2 ha portato a significativi sviluppi in termini di Smart Manufacturing. Tale competenza continua a comunicare soluzioni e proposte per i nostri clienti the contribuiranno notevolmente a far progredire i loro sistemi di fabbricazione e produzione.

Attualmente, in Giappone abbiamo circa 50 società che chiedono informazioni sulla nostra Smart Factory Solutions, che usano l’IoT per incrementare efficienza e produttività. Stiamo inoltre collaborando con Hitachi, il fornitore di elettronica e macchinari, sullo sviluppo di Smart Factory Solutions per imprese manifatturiere di medie e grandi dimensioni.

Dream Site 1, la prima fabbrica intelligente Okuma per l'intera catena di produzione. ©Okuma

Okuma’s first start-to-finish smart factory Dream Site 1. ©Okuma

A oggi avete piani per un terzo Dream Site?

Stiamo valutando la data di costruzione, il layout di fabbrica e altre specifiche di DS3. La reale tabella di marcia sarà definita nel breve periodo.

Ci stiamo focalizzando sul miglioramento di alcune parti di Dream Site 2. Il prossimo passo sarà la costruzione di un’area per l’assemblaggio così da trasformare DS2 in un impianto di costruzione integrato autosufficiente in grado di fare qualsiasi cosa, dalla lavorazione meccanica di componenti all’assemblaggio delle macchine utensili. Inoltre, stiamo pianificando la riorganizzazione dell’impianto della sede centrale di Oguchi e quello di Kani per incrementarne l’efficienza.

Lo slogan di questa edizione di EMO è “Connettere i sistemi per la produzione intelligente”, qualcosa di simile a quanto avete fatto nelle vostre fabbriche. Come si rifanno a questo motto le innovazioni di Okuma presentate in fiera?

Crediamo esistano due ingredienti cruciali per una fabbrica intelligente avanzata e quanto presentiamo in EMO riflette questo pensiero.

La prima parte dell’equazione è: macchine intelligenti. In fiera introduciamo un highlight assoluto che sposta l’idea di multitasking ad un livello superiore: la nostra macchina Laser EX che combina tornitura, fresatura, indurimento laser e deposizione laser di metallo (LMD) in un’unica macchina. È utile in particolare per produzioni di piccoli volumi con molti codici di prodotto diversi tra loro.

In generale si osserva un crescente interesse verso la customizzazione rispetto alla produzione di massa.

Il nostro nuovo centro di lavoro verticale a 5 assi MU-S600V è stato sviluppato in risposta a questo bisogno. La macchina consente trasferimenti completamente non presidiati di un pezzo da una unità ad un numero potenzialmente infinito di unità aggiuntive, connesse per formare una linea di fabbricazione intelligente. La macchina offre un elevato grado di flessibilità e consente la variazione dei volumi di produzione e delle tipologie di prodotti.

Dream Site 1 ha significativamente aumentato la produttività per la produzione di macchine multitasking e torni di medie e grandi dimensioni. ©Okuma

Dream Site 1 significantly increased productivity for the production of Okuma’s multitasking machines and medium-sized and large lathes. ©Okuma

Che ruolo gioca il software all’interno di tutto ciò?

È il secondo ingrediente della produzione intelligente. Le nostre Smart Factory Solutions sono state progettate nello specifico come un metodo per migliorare l’efficienza della produzione. Vogliamo ridurre significativamente il tempo che intercorre tra il disegno e la reale lavorazione del pezzo. Il nostro software 3D Virtual Monitor consente ai clienti di pianificare e simulare in anticipo l’intero processo di taglio e ciò è specialmente utile per incrementare l’efficienza produttiva di piccoli lotti.

Per ridurre il tempo dalla pianificazione della produzione all’invio, le nostre Smart Factory Solutions offrono il modo per ottimizzare il flusso del manufatto attraverso la visualizzazione. Le applicazioni mostrano l’avanzamento della produzione, lo stato operativo della macchina, la cronologia degli allarmi e molto altro. Tutte queste informazioni sono salvate ed elaborate in tempo reale, consentendo agli operatori di migliorare ogni giorno la loro fabbrica.

Oltre alle nostre soluzioni per l’IoT, continuiamo a sviluppare e migliorare la nostra “tecnologia intelligente”, una fusione di macchine, controllo (CNC) e informatica. Inoltre, recentemente abbiamo lanciato un nuovo controllo CNC con intelligenza artificiale. Mantenendo la centralità della nostra “OSP Suite”, continueremo a fornire tecnologie per la produzione intelligente per ottimizzare la produzione di fabbrica.

Su quali settori vi focalizzerete negli anni a venire e come i prodotti Okuma continueranno a soddisfare le richieste di tali settori?

Cerchiamo sempre di soddisfare le necessità dei clienti di un’ampia gamma di settori. Ad oggi c’è un grande potenziale di crescita nell’industria aerospaziale, cosa che lo rende uno dei comparti più importanti per noi. Crediamo che aumenterà la richiesta di centri di lavoro a 5 assi e macchine multitasking. Specialmente in questo settore, prevediamo un interesse crescente per le macchine super-multitasking in grado di realizzare additive manufacturing e trattamenti termici. Le Laser EX che ho citato prima sono state progettate in risposta a queste domande. Per questo comparto specifico stiamo inoltre fornendo soluzioni che arrivano dai nostri centri di eccellenza per l’aerospace (ACE), in Giappone, Stati Uniti ed Europa. Queste strutture sono state progettate come siti per prove e validazione per i produttori di aerospaziale.

Nell’industria automobilistica, la capacità di produrre una grande varietà di prodotti in piccole quantità è sempre più una necessità. In questo caso, la difficoltà è mantenere la produttività sullo stesso livello di quella della produzione di massa. È il caso in cui macchine come la MU-S600V citata prima offrono un reale vantaggio, poiché possono formare una linea di produzione per lavorazioni a 5 assi senza aver bisogno di sistemi di convogliamento e, al tempo stesso, rispondere in modo flessibile alle variazioni della produzione.

Posto che sempre più concorrenti stanno ramificando e diversificando la loro gamma di prodotti, come si distingue Okuma tra di essi?

Siamo orgogliosi di essere l’unico fornitore “single-source” del settore, cosa che ci consente di soddisfare le esigenze di diversificazione dei nostri clienti. Oltre a macchine utensili, controlli, attuatori, software, ecc. continueremo a fornire tutto, dalle proposte di nuovi sistemi di produzione di fabbrica al servizio pre e post vendita e il know-how della costruzione della fabbrica intelligente. Ascoltiamo sempre da vicino i nostri clienti e le loro sfide individuali per supportare tutti gli aspetti della produzione.

Quest’anno Okuma celebra il 120° anniversario: dagli inizi umili della società, come produttore di macchine per i noodle, fino alle macchine utensili altamente sofisticate nelle fabbriche intelligenti di oggi, quale è stato il motore costante dell’innovazione in Okuma attraverso questi anni?

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare ciò che non è disponibile. Questa filosofia è stata al centro della nostra società sin dagli inizi e ha portato allo sviluppo di diversi prodotti e tecnologie. Ad esempio, nel 1963 siamo stati i primi a sviluppare un controllo NC poiché non c’era nulla del genere disponibile in quel momento e lo abbiamo visto come un passo necessario. Oggi siamo in grado di creare soluzioni che solo noi possiamo fornire, perché la nostra forza risiede nel fatto che sviluppiamo e produciamo non solo la macchina, ma anche il controllo e il software, aderendo a una politica di responsabilità totale.

Lo spirito del “creare ciò che non è disponibile” è anche l’idea che c’è dietro il nostro slogan “Open Possibilities”, che continuerà a guidare le future innovazioni in Okuma. ©TECN’È

Aperta nel 2017, la fabbrica Dream Site 2 utilizza macchine intelligenti e IoT con l’obiettivo di ottenere un’efficienza di produzione equivalente a quella della produzione di massa in una produzione di piccoli volumi con molti codici di prodotto diversi tra loro. ©Okuma

Opened in 2017, Dream Site 2 utilizes Smart Machines and IoT, aiming to achieve production efficiency equivalent to mass production within a super high-mix, low-volume production line. ©Okuma

MACHINE TOOLS – OPEN POSSIBILITIES

2017 is a big year for Okuma. Not only does it mark the company’s 120th anniversary but it is also the year that the CNC-Manufacturer has opened its second state-of-the-art smart factory, Dream Site 2, at its Japanese headquarters. Yoshimaro Hanaki, president & CEO of Okuma Corporation (www.okuma.co.jp/english/), talks to Tecn’è about the growing significance of smart manufacturing and the underlying philosophy that has been a driver of innovation at Okuma for over a century.

Your second smart factory for the production of Okuma machine tools has recently started operation. What is the significance of smart manufacturing for Okuma?

We opened our first start-to-finish smart factory Dream Site 1 in 2013 for the production of multitasking machines and medium-sized and large lathes. The facility enabled us to shorten lead times and increase productivity significantly by integrating machine tools and robots with the Internet of Things.

With Dream Site 2 we have further increased automation and efficiency for the production of parts for our small and medium-sized lathes and grinders. Even material and parts handling between different processing stages is completely automated. The factory utilises Smart Machines and IoT, aiming to achieve production efficiency equivalent to mass production within a super high-mix, low-volume production line.

These advancements are not only significant for us, but also for our customers. The know-how we obtained through the construction of Dream Site 1 and Dream Site 2 has led to significant developments in terms of smart manufacturing. This expertise continues to inform solutions and proposals for our customers that will greatly contribute to advancing their manufacturing and production systems.

In Japan, we currently have approximately 50 companies inquiring about our Smart Factory Solutions, which utilise IoT to increase efficiency and productivity.
We are also collaborating with electronics and machinery provider Hitachi on developing Smart Factory Solutions for middle-sized and major manufacturing companies.

Are there currently any plans for a third Dream Site?

The date of construction, the factory layout and other specifics of DS3 are under consideration. The concrete schedule will be determined in the near future.

We are currently focussing on enhancing the Dream Site 2 parts factory. The next step will be the construction of an assembly area to turn DS2 into a self-contained integrated production facility, capable of doing everything from machining parts to assembling the machine tool. We are also planning to reorganise both our Oguchi Headquarters Plant and Kani Plant to increase efficiency.

The tagline for this year’s EMO is “Connecting systems for intelligent production“, which is something you have obviously succeeded in with your own factories. How do the Okuma innovations presented at the fair adhere to this motto?

We believe there are two crucial ingredients for a state-of-the-art smart factory and our EMO exhibits reflect this.

The first part of the equation is smart machines. At the fair, we are introducing an absolute highlight that takes the idea of multitasking to the next level: our Laser EX machines combine turning, milling, laser hardening and Laser Metal Deposition in a single machine tool. They are especially useful for high-mix, low-volume production. Overall, there is a growing focus on mass customisation as opposed to mass production.

Our new 5-axis vertical machining centre MU-S600V was developed in response to this. The machine enables completely unmanned transfers of a part from one unit to a potentially infinite number of connected additional units to form a smart production line. The machine provides a high degree of flexibility and allows for changes in production volume and type.

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare ciò che non è disponibile. Questa filosofia è stata al centro della nostra società sin dagli inizi e ha portato allo sviluppo di diversi prodotti e tecnologie”. ©Okuma

“Our goal has always been to create what is not available. This philosophy has been at the heart of our company since the beginning and has resulted in the development of various products and technologies”. ©Okuma

How does software play into this?

That is the second ingredient smart manufacturing. Our Smart Factory Solutions were specifically designed as a method of improving production efficiency. We want to significantly reduce the time from drawing to the actual machining of the workpiece. Our software 3D Virtual Monitor allows customers to plan and simulate the entire cutting process ahead of time. This is especially useful to increase efficiency for smaller batches.

In order to reduce the time from production planning to shipment, our Smart Factory Solutions offer ways to optimise the workpiece flow by visualisation. The applications show the progress of production, the machine’s operation status, alarm histories and more. All this information is stored and processed in real time, enabling operators to improve their factory every day.

In addition to our IoT-solutions, we are also continuously developing and improving our “Intelligent Technology” – a fusion of machine, control (CNC), and information technology. We have also launched a new CNC control with artificial intelligence recently. With our “OSP Suite” at the core, we will continue to provide smart manufacturing technologies to optimise factory production.

Which industries will you be focusing on in the coming years and how will Okuma products continue to meet their demands?

We are always looking to meet the requirements of customers from a wide range of industries. Currently, there is a lot of potential for growth in the aerospace industry, which makes it one of the most important industries for us. We believe that demand for 5-axis machining centres and multitasking machines will increase. Especially in this industry, we also predict a growing interest in super-multitasking machines, capable of additive manufacturing and heat treatment. The Laser EX machines I have mentioned earlier were designed as an answer to these requirements. For this particular industry we are also providing solutions we have obtained at our three Aerospace Centres of Excellence (ACE), located in Japan, the US and Europe. These facilities were designed as a proving and testing ground for aerospace manufacturers.

In the automotive industry, the ability to produce a wide variety of products in small quantities becomes more and more of a necessity. The difficulty here is to keep productivity on the same level as mass production. This is where machines like the aforementioned MU-S600V offer a real benefit, since they can form a production line for 5-axis machining without any need for conveying equipment, while responding flexibly to production changes.

Given that more and more competitors are branching out and diversifying their product range, how does Okuma continue to stand out among them?

We pride ourselves in being the industry’s only single-source provider, which enables us to cater to our customers’ diversifying needs. Besides the machine tools, the controls, drives, software etc., we will continue to provide everything from proposals of new factory production systems to before and after-sales service and know-how of smart factory construction. We always listen closely to our customers and their individual challenges in order to support all aspects of manufacturing.

Okuma is celebrating its 120th anniversary this year: from the company’s humble beginnings as a manufacturer of noodle-making machines to the highly sophisticated machine tools found in today’s smart factories: What has been a consistent driver of innovation at Okuma throughout these years?

Our goal has always been to create what is not available. This philosophy has been at the heart of our company since the beginning and has resulted in the development of various products and technologies. For example, in 1963 we were the first to develop an NC control, because there was nothing of the sort available at the time and we saw it as a necessary step. Today, we are able to create solutions only we can provide. This is because our strength lies in the fact that we develop and manufacture not only the machine, but also the control and software for it, adhering to a policy of total responsibility.

The spirit of "creating what is not available" is also the idea behind our brand message "Open Possibilities ", which will continue to drive future innovations at Okuma. ©TECN’È

Lavorazione laser sulle macchine super-multitasking Okuma. ©Okuma

Laser processing on Okuma’s super multitasking machines. ©Okuma



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
La EMO di Hannover ha sempre permesso di delineare le tendenze emergenti nel mondo della macchina utensile, dei robot e dell’automazione? Cosa possiamo aspettarci dal futuro: in particolare, quali discipline tra quelle indicate guideranno l’evoluzione del

La rivista




Newsletter



Sponsor































































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV