Robotica
A TUTTA PRODUTTIVITÀ
01/04/2018

Il potente controllore R30iB Plus diventa di taglia “Compact” (appena 440 x 260 x 85 mm), contribuendo a ridurre ulteriormente l’ingombro del robot SCARA.

S’inaugura una nuova stagione per l’impiego dei robot SCARA, che ancora oggi rappresentano una delle soluzioni più adottate. FANUC amplia ulteriormente la serie SR definendo rinnovati standard di produttività nei diversi comparti applicativi.

di Luigi Ortese

I robot SCARA sono da sempre tipicamente impiegati per operare in montaggi in serie, dove si richiede principalmente di soddisfare i requisiti di alta velocità e ripetibilità (per esempio Pick&Place); in virtù di queste caratteristiche e della struttura estremamente rigida e compatta, insieme a una libertà di movimento limitata, gli SCARA sono sempre stati considerati degli articolati “di nicchia”, limitati a un utilizzo molto specifico e ideali per applicazioni non complesse. In realtà, oggi hanno trovato una loro collocazione parallela alla tradizionale fornitura di robot antropomorfi, dimostrando di poter esprimere un certo grado di versatilità e affidabilità anche in applicazioni industriali meno scontate. L’evoluzione tecnologica ha consentito negli anni, a questo tipo di robot, di raggiungere prestazioni di tutto rispetto; tale aspetto, unitamente a un’evidente semplicità della tipologia di prodotto, ha indotto nel corso del tempo numerose aziende ad approcciarsi alla robotica industriale, sostituendo i dispositivi tradizionali con questi bracci robotizzati, aumentando così la competitività e aprendo nuove opportunità di business anche a livello internazionale. È evidente insomma che, nonostante la loro apparente semplicità, gli SCARA rappresentano ancora oggi una delle soluzioni robotizzate più adottate e un mercato tutt’altro che saturo.

UN UNICO INTERLOCUTORE PER LA PRODUZIONE SMART

È per questo motivo che FANUC (www.fanuc.eu/it/it) ha recentemente deciso arricchire la sua gamma completa di oltre 100 modelli di robot con il nuovo SR-3iA, il primo SCARA dell’azienda giapponese con payload da 3 kg. Come per ogni nuovo innesto nella linea di soluzioni per l’automazione proposte dall’azienda giapponese, si tratta dello sviluppo di un progetto che prende le mosse dal bisogno di soddisfare una specifica esigenza del mercato.

FANUC vanta una consolidata esperienza con il record di 500.000 robot installati in tutto il mondo, un’affidabilità del 99,9% (con 3.850 ore di servizio prima che sia consigliato programmare la manutenzione) e una rete efficiente di assistenza globale concepita per ottimizzare la produttività e ridurre al minimo il tempo d’inattività. In qualità di fornitore di automazione di fabbrica a 360 gradi, con soluzioni che vanno dai robot ai controlli numerici fino alle macchine utensili, FANUC si propone come l’unico interlocutore in grado di rispondere alle più diverse esigenze dei clienti, un vantaggio tanto importante in un contesto ancora oggi dominato da dispositivi e apparecchiature che non sempre parlano lo stesso linguaggio. Al contrario, FANUC offre un portafoglio di prodotti e soluzioni che condividono lo stesso controllo e linguaggio di programmazione, rendendo di fatto semplice e immediata l’implementazione di un ecosistema smart che sia a tutti gli effetti IIoT-ready.

La gamma di robot SCARA FANUC è attualmente costituita dai modelli SR-3iA, già disponibile per il mercato europeo, e presto verrà completato dalla versione SR-6iA con capacità di carico al polso di 6 kg.

L’INGRESSO NEL MERCATO DEI ROBOT SCARA

Presentato in anteprima assoluta in occasione della International Robot Exhibition (iREX) di Tokyo, lo SCARA FANUC SR-3iA è attualmente disponibile anche per il mercato europeo; si tratta del primo modello della gamma SCARA di FANUC, che verrà nei prossimi mesi affiancato dal nuovo SR-6iA, capace di movimentare pezzi fino a 6 kg.

Le sue prestazioni in termini di velocità e precisione ne fanno la scelta ideale per tutte le applicazioni di assemblaggio, movimentazione e ispezione nei settori Food & Beverage, elettronica di consumo, plastica, medicale, automazione di laboratorio e realizzazione di componenti per l’Automotive.

Piccolo, ma veloce e potente, questo robot coniuga alla perfezione l’esigenza di sostenere ritmi produttivi intensi con una soluzione a tutti gli effetti conveniente, sia in termini di spazio che di denaro. SR-3iA è caratterizzato da 4 assi di movimento, un braccio forte con capacità di carico al polso di 3 kg, raggio d’azione di 400 mm, corsa verticale di 200 mm, e ripetibilità di ±0,01mm.

ELEVATE PRESTAZIONI DI MOVIMENTO

Il controllore R-30iB Compact Plus assicura prestazioni di movimento superiore rispetto ad altri SCARA, unitamente alla consueta affidabilità per cui sono riconosciuti i robot FANUC. La novità rispetto al controllore R-30iB Plus tradizionale è data dalla taglia “Compact” (440 x 260 x 85 mm), che contribuisce a ridurre ulteriormente l’ingombro del robot senza tuttavia rinunciare a un controllo piccolo ma estremamente potente. Il controllore è provvisto di certificazione CE/NRTL, per la massima versatilità e integrabilità.

Le prestazioni di movimento sono completate dalle oltre 250 funzioni software che arricchiscono le potenzialità dell’intera gamma di robot FANUC; tra queste, il sistema di visione iRVision con iR PickTool, i sensori di forza, la connettività fieldbus, la sicurezza integrata DCS e HSDC, e molte altre opzioni.

Il design snello e l’ingombro ridotto dello SCARA FANUC ne consente l’impiego in celle di automazione compatte non soltanto nei settori del packaging e del farmaceutico, ma anche nella meccanica generale e nell’industria automobilistica.

FACILE PROGRAMMAZIONE

La vera rivoluzione è però data dal modo in cui il robot SCARA viene programmato: il software iRProgrammer, basato su web e completamente cross-platform, permette infatti di programmare il robot attraverso un’interfaccia davvero semplice direttamente da PC e tablet (non è quindi necessario utilizzare il dispositivo iPendant Touch). Si tratta di una novità che sottolinea l’attenzione posta da FANUC nella realizzazione di un’automazione di fabbrica facile da implementare e da utilizzare che mette l’utente al centro, coniugando le migliori prestazioni con un’intuitività senza precedenti.

COMPATTEZZA E INGOMBRI RIDOTTI

La struttura compatta del robot SR-3iA è caratterizzata da una base grande appena 140 x 102 mm che ne contiene l’ingombro e un profilo agile che previene qualsiasi tipo di interferenza con le periferiche esterne. Il suo design leggero e snello lo rende perfetto per essere integrato facilmente anche in spazi ristretti e garantisce la massima operatività e velocità in qualsiasi condizione. I momenti d’inerzia elevati aumentano la flessibilità del robot e gli permettono di gestire anche pezzi di dimensioni considerevoli.

L’uscita del cablaggio dal basso è possibile sia dal retro che dalla base del robot, per un utilizzo a 360 gradi dell’area di lavoro, e fornisce una maggiore protezione ai cavi e riduce l’ingombro del robot SCARA; il raggruppamento dei cavi dedicati al passaggio dell’aria compressa, alimentazione 24 V c.c. e segnali I/O e le valvole solenoidi (opzionali) in J2 contribuisce a contenere i costi. La presenza di un interruttore di rilascio del freno sul braccio del robot consente di correggere eventuali errori di movimento in modo semplice e rapido.

La serie SCARA SR definisce rinnovati standard di produttività nei diversi comparti applicativi: dall’assemblaggio alla movimentazione fino all’ispezione nei settori industriali del Food & Beverage, elettronica di consumo, plastica, medicale, automazione di laboratorio e realizzazione di componenti per l’automotive.

UN RUOLO DI PRIMO PIANO

La nuova serie di robot SCARA FANUC si impone sul mercato con un ruolo da protagonista, in un momento storico caratterizzato da entusiasmo e positività. Gli investimenti in robot sono in crescita, come dimostrano i dati diffusi dal recente report della Federazione Internazionale della Robotica, che contano 74 robot ogni 10.000 operai contro i 66 dell’anno 2015. Inoltre, a differenza di alcuni anni fa quando i robot SCARA si ritagliavano uno spazio di impiego limitato ai settori del packaging e del farmaceutico, oggi anche il settore della meccanica generale e l’industria automobilistica sono tra i principali a richiedere questa tipologia di prodotto, con tutte le caratteristiche di affidabilità tipiche del comparto.

INFO: AUTOMAZIONE SEMPRE PIÙ USER-FRIENDLY

In linea con il paradigma Industria 4.0, il percorso recente di FANUC ha visto l’azienda giapponese investire sempre più nell’implementazione di soluzioni volte a semplificare l’approccio all’automazione da parte degli utenti. Va letta in questa luce l’introduzione della nuova interfaccia iHMI, che rivoluziona la navigazione e la programmazione dei controlli FANUC, semplificandone l’uso attraverso l’impiego di icone, design ergonomico con schermo touch e la presenza nel sistema di un browser web integrato e manuali d’uso. Come il controllore R-30iB Plus, anche il dispositivo iPendant Touch ha beneficiato di queste migliorie, rendendo di fatto più facile e immediata la programmazione e messa in servizio dei robot FANUC. Infine, anche dal punto di vista del design, i nuovi robot hanno subito un rinnovamento totale, con un’attenzione particolare rivolta all’instradamento del cablaggio (come nel caso del robot per la saldatura ad arco e dello SCARA) e al raggruppamento ottimale dei cavi, in modo da permettere maggiore libertà di movimento al robot stesso e un ingombro ancora più ridotto. ©TECN’È

Il design affusolato del nuovo robot ARC Mate per la saldatura ad arco, con tubo flessibile di saldatura completamente integrato e cavi di servizio che ottimizzano lo spazio di lavoro, ne consente l’utilizzo nelle celle di saldatura a spazio ridotto.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
La robotica è una delle discipline protagoniste dell’evoluzione tecnologica. Quali i robot e i sistemi che avranno uno sviluppo più rapido e costante?

La rivista
Copertina Tecn'è Luglio/Agosto 2018

Eureka n.4 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV