Macchine utensili
TECNOLOGIE ON DEMAND
01/10/2018

DMG MORI considera l’automazione un fattore strategico della propria offerta.

Ecco le principali caratteristiche dell’offerta di macchine utensili sempre più smart, firmate da DMG MORI, in mostra alla 31.BI-MU: soluzioni che consentono alle imprese di ogni dimensione di servirsi di avanzati sistemi per produrre.

di Luigi Ortese

Il mondo della macchina utensile sta attraversando una fase di transizione epocale e si evolverà verso una nuova configurazione. Inutile sottolineare quanto sia sempre più importante riflettere sulla portata rivoluzionaria delle tecnologie. Pensiamo solo all’impatto della trasformazione digitale anche sui beni strumentali. Per rispondere alle richieste articolate di un mercato complesso, DMG MORI AG (www.it.dmgmori.com), leader mondiale nella produzione di macchine utensili ad asportazione truciolo, è da tempo organizzata in modo da considerare ogni linea di business in modo complessivo, permettendo anche alle PMI operanti a livello locale di servirsi delle più avanzate soluzioni tecnologiche disponibili. L’ampia gamma di prodotti comprende macchine per tornitura e fresatura, oltre a tecnologie avanzate come ULTRASONIC, LASERTEC e Additive Manufacturing, nonché sistemi di automazione e soluzioni tecnologiche complete. L’eccellenza tecnologica si esprime dettagliatamente nei settori manifatturieri di punta, quali Aerospace, Automotive, Die & Mold e Medical.

Con un fatturato di oltre 2,3 miliardi di euro e oltre 7.000 dipendenti, insieme a DMG MORI Company Limited raggiunge, come “Global One Company”, un fatturato di oltre 3 miliardi di euro. Investimenti in R&D, aggiornamento tecnologico, qualificazione professionale sono alcuni dei fattori determinanti il successo di questa realtà, che offre ai propri utilizzatori non solo un’ampia gamma di prodotti, ma servizi adeguati alle specifiche richieste del cliente: Industrial Services, infatti, assicura ai clienti la formazione, la riparazione, la manutenzione e la ricambistica che coprono l’intero ciclo di vita della macchina.

Le opportunità che le nuove frontiere tecnologiche garantiscono alle imprese sono molto concrete e DMG MORI affronta il futuro con un approccio olistico grazie a Dynamic. Excellence, proponendosi come partner globale per la produzione integrata chiavi in mano. In quest’ottica, CELOS offre un portfolio a 360° di soluzioni modulari per la digitalizzazione completa della fabbrica. Grazie a questo sistema basato su app, e con i cicli tecnologici DMG MORI e Powertools, la multinazionale è sempre più strategicamente orientata alle tematiche di Industria 4.0.

La “Global One Company” conta oltre 12.000 dipendenti in 157 sedi di assistenza e vendita e 14 stabilimenti produttivi, di cui due in Italia: GILDEMEISTER Italiana a Brembate di Sopra (BG), dedicato alla tornitura automatica e GRAZIANO Tortona s.r.l. a Tortona (AL), dedicato alla tornitura universale. Le attività commerciali e di assistenza sono assicurate dalla copertura capillare delle sedi DMG MORI Italia. I suoi centri di assistenza localizzati lungo tutta la Penisola e un notevole potenziamento dell’organico dedicato garantiscono elevata tempestività e massima copertura territoriale ai clienti.

 

CELOS offre un portfolio a 360° di soluzioni modulari per la digitalizzazione completa della fabbrica.

TUTTO DA UN UNICO FORNITORE

DMG MORI considera l’automazione un fattore strategico della propria offerta. Il portafoglio dei suoi prodotti comprende il consolidato sistema di gestione pallet PH 150, il magazzino circolare RS 3, nonché la gestione pezzi WH 3 e il caricatore Gantry Loader GX ad elevata flessibilità nel nuovo design VERTICO. Il Robo2Go completa la gamma per l’automazione robotizzata mobile di una serie di torni.

Le macchine utensili automatizzate, in quanto parte di una produzione orientata al futuro, garantiscono agli utenti un alto livello di competitività. Ecco perché DMG MORI supporta i propri clienti nella realizzazione della migliore soluzione di automazione, sia standard che personalizzata per ogni applicazione.

I motivi per cui scegliere l’automazione sono tanti quante le possibili soluzioni proposte: redditività, flessibilità e affidabilità, ecco almeno tre dei potenziali vantaggi. Se consideriamo, ad esempio, anche solo la precisione di ripetibilità di un sistema di automazione, ci rendiamo conto della sua superiorità rispetto a qualsiasi bloccaggio e sbloccaggio manuale dei pezzi.

DMG MORI punta dunque all’obiettivo di fornire soluzioni di automazione per tutte le macchine di sua produzione, sviluppando una vasta gamma di sistemi di gestione di pezzi e pallet.

Il fatto che la progettazione e la realizzazione delle soluzioni di automazione avverranno in futuro negli stabilimenti di produzione di DMG MORI rappresenta un altro vantaggio per i clienti.

DMG MORI fornisce le sue soluzioni di automazione come unico fornitore, il che significa che in ogni stabilimento è presente uno specialista dell’automazione responsabile del progetto del cliente dall’inizio alla fine. Entro pochi giorni dalla formulazione di una richiesta, il referente visita il cliente, sviluppa una soluzione personalizzata con il suo team di specialisti e coordina tutte le ulteriori fasi, in quanto unica persona di riferimento per i clienti stessi.

Il supporto completo offerto in occasione dell’acquisto di una soluzione di automazione spazia dalla selezione dei prodotti ottimali all’installazione del sistema di automazione, fino alle richieste relative alla garanzia di 24 mesi e all’assistenza. La gestione dell’intero progetto da parte di uno specialista dell’automazione riduce passaggi e costi inutili.

 

Il Robo2Go completa la gamma per l’automazione robotizzata mobile di una serie di torni.

ELEMENTO CENTRALE DI INDUSTRIA 4.0

Con il “Path of Digitization”, DMG MORI è pioniere della digitalizzazione nel settore della costruzione delle macchine utensili. Un componente essenziale del cammino verso la digitalizzazione è proprio l’automazione delle macchine stesse. La tecnologia CNC deve essere integrata direttamente in un ambiente di produzione interconnesso. Agli operatori rimane solo la funzione di monitoraggio e controllo, mentre le macchine eseguono in modo indipendente gli ordini di lavorazione. Proprio questo è ciò che caratterizza una fabbrica digitale: i pezzi da produrre vengono eseguiti mediante lavorazione completa automatizzata, premendo un semplice pulsante.

TORNITURA AUTOMATICA A ELEVATA PRODUTTIVITÀ

Grazie alla loro capacità di lavorare con la massima efficienza sia pezzi corti che pezzi lunghi, i modelli SPRINT con SWISSTYPEkit sono le macchine d’elezione nel portafoglio DMG MORI. Con i torni SPRINT 32|5 e SPRINT 32|8, GILDEMEISTER Italiana completa il portafoglio di torni automatici, inserendosi anche nel segmento del materiale da barra con diametro fino a 32 mm e offrendo ai clienti DMG MORI soluzioni di produzione davvero personalizzate con tempi-pezzo minimi.

Sulla base della versione più piccola, SPRINT 20|5, i modelli SPRINT 32|5 e SPRINT 32|8 si aggiungono alla famiglia di GILDEMEISTER Italiana come torni automatici, sinonimo di versatilità e prestazioni d’eccellenza. Entrambi vantano una superficie di installazione di 2,8 metri quadrati, che li classifica fra i rappresentanti più compatti della categoria, pur assicurando al contempo un’ampia zona di lavoro per pezzi con diametro massimo di 32 mm x 600 mm.

I due modelli devono la loro versatilità a SWISSTYPEkit, che consente la produzione in tornitura di pezzi lunghi e corti, con tempi di attrezzaggio inferiori a 30 min, grazie al prolungamento della corsa del mandrino da 100 a 240 mm. In opzione, un sistema di cambio utensili rapido riduce i tempi di attrezzaggio di un ulteriore 20%.

Lo SPRINT 32|5 dispone di 5 assi lineari e dell’asse C del mandrino principale, oltre a 2 portautensili indipendenti con 22 posti totali. Di questi, 4 sono dedicati a utensili motorizzati per lavorazioni radiali sul mandrino principale.

La versione SPRINT 32|8 è ideale per la produzione di pezzi più complessi. Dispone di un asse Y aggiuntivo per il secondo portautensili e di un asse C per il contromandrino. Nel complesso, lo SPRINT 32|8 si presenta con 6 assi lineari e 2 assi C e fino a 28 posti utensile. In questa versione, la macchina dispone di un terzo portautensili indipendente con una doppia funzione: da un lato è ideale, ad esempio, per eseguire forature profonde con il mandrino principale; dall’altro lato, consente la lavorazione a 4 assi sul mandrino principale. In opzione, entrambi i posti possono essere occupati da utensili motorizzati. Per la lavorazione da ripresa, il secondo portautensili dispone di 8 posti, di cui 4 dedicati a utensili motorizzati. In totale, perciò, le stazioni disponibili per utensili motorizzati sono 10 (8 di serie).

Per quanto riguarda il controllo, lo SPRINT 32|5 è dotato di CNC a 2 canali FANUC 32i-B, con display a colori da 10,4”, che gestisce tutti e cinque gli assi lineari e l’asse C del mandrino principale. Lo SPRINT 32|8 dispone invece di 6 assi lineari e di un asse C sia per il mandrino principale che per il contromandrino. Entrambi i modelli sono dunque indicati per applicazioni altamente complesse e – grazie alla tecnologia della macchina – anche estremamente precise.

Un ulteriore fiore all’occhiello delle due novità SPRINT è da ritrovarsi nel mandrino: proprio dove gli altri produttori impiegano ancora l’azionamento a cinghia, GILDEMEISTER Italiana ha adottato potenti elettromandrini con azionamento diretto, capaci di gestire senza alcun problema anche i materiali più difficili da lavorare. E per prestazioni di truciolatura di materiali particolarmente difficili è possibile applicare in opzione anche un sistema di adduzione di liquido refrigerante ad alta pressione fino a 120 bar.

Dal momento che SPRINT 32|5 e l’ulteriore versione SPRINT 32|8 sono stati sviluppate proprio per ridurre al minimo i costi pezzo nella lavorazione di materiale da barra, l’elenco delle opzioni comprende anche un dispositivo di scarico di pezzi lunghi fino a 600 mm.

Lo SPRINT 32|8 è stato pensato per ridurre al minimo i costi/pezzo nella lavorazione di materiale da barra.

L’ADDITIVE MANUFACTURING

In quanto pioniere nell’ambito della tecnologia additiva, DMG MORI propone, come forniture unico, tre catene di processo complete, con le quali riafferma la sua competenza di processo nel campo sia della produzione con letto di polvere sia della tecnologia con iniettore di polveri. Il punto di partenza della rivoluzione additiva è, in entrambi i casi, la polvere finissima di materiali diversi con granelli di diametro pari a pochi µm. Per quanto concerne le macchine, DMG MORI propone la serie LASERTEC 3D hybrid che sposa la sinterizzazione laser con riporto di materiale e la lavorazione con asportazione di truciolo in un’unica macchina, nonché i modelli LASERTEC 3D per la pura sinterizzazione laser all’interno di una catena di processo con centri di lavoro separati. Le macchine LASERTEC SLM completano il portafoglio d’offerta con la tecnologia del letto di polvere, comprensive di CELOS SLM, in quanto soluzione software completa dotata d’interfaccia utente standard per la programmazione CAM e il controllo della macchina.

FOCUS1: SOLUZIONI PER TUTTE LE APPLICAZIONI

Una novità nell’ambito dei dispositivi di automazione è il caricatore Gantry Loader GX 6, adatto a tutti i modelli della serie CLX. DMG MORI ha sviluppato l’automazione Gantry sulla base del caricatore a portale della serie NLX. Questo sistema movimenta pezzi fino a 6 kg. Con il Robo2Go, DMG MORI vanta a portafoglio anche un sistema di gestione pezzi, che può essere impiegato su numerosi torni universali a garanzia della massima flessibilità e che convince grazie alla semplice programmazione mediante CELOS. DMG MORI realizza, inoltre, celle di produzione di grandi dimensioni, composte da più macchine, con magazzini pallet lineari (LPP) e automazioni robotizzate.

 

La flessibilità nella pianificazione degli ordini di produzione e l’elevato tasso di utilizzo degli impianti LASERTEC SLM sono garantiti dal nuovo modulo di cambio rapido delle polveri.

FOCUS2: LASERTEC SLM, PRODUZIONE STRATO SU STRATO

Il processo con letto di polvere prevede la stesura di un sottile strato di polvere su una piattaforma ribassabile e la successiva fusione delle aree programmate di tale strato mediante fascio laser continuo. Dopo che sono state trattate tutte le aree del primo strato di polvere, la piattaforma si abbassa dello spessore di strato richiesto (compreso tra 20 e 100 µm). Il processo viene poi ripetuto fino alla completa realizzazione del pezzo. Mentre il pezzo finito viene “liberato” dal letto di polvere, l’eccesso di polvere cade in una vasca di raccolta passando attraverso un setaccio, per consentire il successivo riutilizzo delle polveri.

FOCUS3: UN SOFTWARE PER LA TECNOLOGIA DEL LETTO DI POLVERE

DMG MORI introduce anche CELOS SLM: una soluzione software completa dotata di interfaccia utente standard per la programmazione CAM e il controllo della macchina. Grazie all’interfaccia utente dedicata e standardizzata, è possibile programmare in brevissimo tempo i pezzi da eseguire, senza limiti di complessità, e inviare subito i dati in macchina. È anche possibile eseguire delle piccole modifiche con lo stesso comfort operativo anche direttamente sul controllo della macchina.

A livello di controllo, CELOS SLM convince la clientela con una strategia dedicata di esposizione alla luce, che viene generata automaticamente prima dell’inizio del processo. In questo modo è possibile regolare l’energia irradiata nel pezzo durante l’intero processo costruttivo con una frequenza di circa 10 μs, con una precisione tale da impedire che venga generata energia in eccesso. Tutti i parametri rilevanti per il processo, come la velocità di scansione, la potenza del laser e il diametro del fuoco, sono inclusi nella programmazione. È possibile prevenire deformazioni e tensioni nel materiale nonché realizzare anche pareti sottili orizzontali o verticali con la massima affidabilità. La flessibilità nella pianificazione degli ordini di produzione e l’elevato tasso di utilizzo degli impianti LASERTEC SLM sono garantiti dal nuovo modulo di cambio rapido delle polveri. Dopo aver agganciato e sganciato il modulo delle polveri, in caso di cambio del materiale, è sufficiente pulire accuratamente la sola zona lavoro per evitare l’ingresso di “materiale estraneo” nel circuito chiuso della polvere. Tale procedimento riduce, a sua volta, il tempo di cambio da una polvere all’altra, passando da tempi richiesti in passato di circa un giorno e mezzo a due sole ore sugli impianti odierni. Questo si traduce in una lavorazione redditizia di ordini con richieste di materiali diversi.

 

DMG MORI propone la serie LASERTEC 3D hybrid che sposa la sinterizzazione laser con riporto di materiale e la lavorazione con asportazione di truciolo in un’unica macchina.

FOCUS4: IL SISTEMA D’AUTOMAZIONE PH 150

I processi automatizzati offrono un eccellente potenziale di incremento della produttività delle fresatrici universali. Il tutto con una qualità di lavorazione elevata e affidabile. Il risultato è un successo economico con un’efficace compensazione della crescente pressione sul fronte dei costi. Con il sistema di gestione pallet PH 150, DMG MORI ha automatizzato numerose fresatrici e altrettanti centri di lavoro del suo ampio portafoglio. I clienti hanno così la possibilità di accedere, a basso costo, a una produzione quasi completamente non presidiata di pezzi fresati. Il posizionamento manuale ottimale dei pallet viene eseguito mediante l’ampio portello laterale o tramite gru. Tutti gli ordini sono gestiti ed evasi da uno schermo touch di facile utilizzo, mentre il controllo della macchina avviene da un pannello di comando intuitivo.

FOCUS5: LAVORAZIONE SU 5 LATI PIÙ EFFICIENTE E PRODUTTIVA

I modelli CMX U sono leader indiscussi nel loro segmento, grazie alla moderna struttura a C con asse B e C comandati da CNC ed integrati sulla tavola. Il centro di lavoro CMX 70 U, con il sistema di automazione PH 150, è in mostra alla 31.BI-MU.

Il basamento in ghisa, sinonimo di massima stabilità, in combinazione con le guide lineari a ricircolo di rulli, assicura alla serie CMX U un’assoluta precisione e un’eccellente qualità delle superfici lavorate. CMX 70 U è dotato di serie di un mandrino con cuscinetti di precisione e lubrificazione permanente, capace di raggiungere una velocità di 12.000 giri/min.

Il concetto macchina intelligente, i cuscinetti speciali e la stabilità costruttiva sono garanzia di elevata affidabilità nel tempo. Un sensore di temperatura elettronico riconosce e compensa le variazioni geometriche che si producono con il riscaldamento del mandrino portafresa. Il monitoraggio continuo e la costante regolazione avvengono mediante il controllo della macchina. Grazie all’eccellente struttura massiccia degli elementi macchina, il loro riscaldamento è minimo, mentre l’asportazione di calore è ottimale. La tavola rotobasculante CN integrata offre una superficie di serraggio pezzo molto ampia, in grado di accogliere pezzi con un peso massimo di 350 kg. Grazie alla lavorazione su 5 lati in un unico serraggio, si ottengono pezzi finiti con tempi di attrezzaggio ridotti a fronte di una precisione molto più elevata. ©TECN’È

 

Il centro di lavoro CMX 70 U, con il sistema di automazione PH 150, è in mostra alla 31.BI-MU.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Tra le “attrattive” della 31.BI-MU di Milano quali suscitano più interesse?

La rivista
Copertina Tecn'è Ottobre 2018

Copertina Tecn'è Percorsi Tecnologici

Copertina Tecn'è Ottobre 2018 Supplemento

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV