Attrezzature
MANTENERE LE PROMESSE
01/10/2018

LinClamp di HEMA con funzione di frenata d’emergenza blocca in modo rapido e sicuro le masse mobili su guide lineari. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.

Ai fini della sicurezza è fondamentale l’intervento di un sistema di bloccaggio per trattenere gli assi della macchina e arrestarne i movimenti: i dispositivi di bloccaggio HEMA, con funzionalità Fail-Safe, si attivano solo in caso di mancanza di aria.

di Claudia Pirotta

Da oltre 40 anni HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH (www.hema-group.com/it), azienda tedesca di Seligenstadt, produce dispositivi di sicurezza per applicazioni industriali: sistemi di bloccaggio e frenata, vetri di sicurezza certificati, coperture protettive e LED.

La famiglia dei sistemi di bloccaggio sviluppati negli ultimi anni annovera soluzioni per tutte le esigenze, disponibili in varie dimensioni e configurazioni, con pressione d’esercizio standard di 4 o 6 bar. Rispetto alle varianti idrauliche convenzionali, questi dispositivi con applicazione di aria compressa sono realmente efficaci, ma non solo: a fronte di costi operativi complessivamente inferiori, generano anche forze di serraggio notevolmente superiori.

 

DiskClamp consente il fissaggio di carichi statici e la frenata rapida di masse in movimento. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.

TECNOLOGIA SEMPLICE ED EFFICACE

I sistemi di bloccaggio fissano l’asse in modo immediato in caso di emergenza. Un compito importante, reso estremamente sicuro da una struttura tanto semplice quanto efficace: il dispositivo di bloccaggio è composto da una camera d’aria chiusa da due membrane in acciaio per molle. Riempite con aria compressa, le membrane elastiche si deformano e si accorciano longitudinalmente. In questo processo il dispositivo di bloccaggio si restringe nella zona delle membrane elastiche e contemporaneamente si allarga nella zona dove si trovano le ganasce freno. Il gioco che si forma tra l’albero e le ganasce freno permette al dispositivo di bloccaggio di muoversi liberamente. La distanza ganasce-albero di circa 0,05 mm, grazie all’elevata precisione, garantisce il libero scorrimento del dispositivo.

Per attivare il bloccaggio, la camera tra le due membrane in acciaio per molle viene sfiatata. Le membrane elastiche, inizialmente forzate dall’aria compressa a muoversi dalla loro posizione di riposo, ritornano in posizione iniziale. La forza elastica accumulata al loro interno provoca l’espansione dell’elemento di serraggio verso l’albero. Quando le ganasce freno toccano l’albero, la maggior parte dell’energia è ancora presente nelle membrane elastiche: il dispositivo viene arrestato e blocca l’asse in maniera efficace e con forza elevata. In alcuni dispositivi di bloccaggio HEMA, l’applicazione di ulteriore aria compressa dall’esterno (funzione Booster) sulle membrane elastiche genera una pressione supplementare sulle ganasce freno, per aumentarne ulteriormente la forza di serraggio.

 

Applicazione di DiskClamp sulla testa orientabile di un centro di rettifica utensili. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.

REAZIONE RAPIDA PER MOVIMENTI ROTATORI

Per bloccaggi in posizione su alberi o azionamenti che ruotano su se stessi, il RotoClamp è la soluzione con tempi di reazione estremamente rapidi nelle varie direzioni d’azione, a bloccaggio interno o esterno. Disponibile in due varianti, normalmente chiuso o normalmente aperto e in due configurazioni (singola o tandem), il RotoClamp è di facile installazione; l’azionamento pneumatico rende l’applicazione molto pulita e anche estremamente conveniente.

FUNZIONE BOOSTER E FRENATA D’EMERGENZA

Nella versione a bloccaggio interno o esterno, il RotoClamp è disponibile in varie taglie che coprono praticamente tutte le applicazioni rotanti. I campi d’impiego di questa variante sono, ad esempio, teste rotobasculanti e tavole rotanti azionate direttamente da un motore torque. La cosiddetta funzione “booster”, che consiste nell’apporto supplementare di aria compressa, incrementa ulteriormente la forza di serraggio di RotoClamp, di per sé già molto elevata, con una spesa contenuta.

Per una sicurezza ancora maggiore, il sistema DiskClamp dispone della funzione di frenata d’emergenza supplementare ed è provvisto di ferodi. Può essere utilizzato per il fissaggio di carichi statici, ma ben si presta anche per la frenata rapida di masse in movimento.

Il sistema di bloccaggio rotatorio RotoClamp è prodotto nelle varianti a bloccaggio interno ed esterno. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.

BLOCCAGGIO SICURO PER CARICHI SU STELI

Il fissaggio dei carichi su steli è la missione di PClamp, un sistema modulare che si contraddistingue per la grande forza di bloccaggio e ritenuta: in caso di guasto dell’impianto pneumatico, lo stelo viene immediatamente bloccato con estrema precisone. Il bloccaggio viene sempre generato da membrane elastiche che agiscono su una boccola di serraggio concentrica allo stelo. Indicato per il bloccaggio di steli con diametri da 12 a 40 mm, si abbina senza problemi anche ai sistemi standard, di tutti i produttori di cilindri.

BLOCCAGGIO ULTRARAPIDO SU GUIDE LINEARI

Per l’impiego su guide lineari e il bloccaggio di azionamenti lineari, HEMA propone i sistemi della serie LinClamp, usati, ad esempio, nelle applicazioni che richiedono la frenata, il bloccaggio o una funzione di frenata d’emergenza. Sono realizzate a scelta con pattini sinterizzati estremamente resistenti (per frenata) oppure, con pattini in acciaio (per bloccaggio). Nella configurazione con una valvola di sfiato rapido integrata, il tempo di reazione si riduce ulteriormente del 30%. La serie è disponibile in quattro diverse versioni: A, S, SK e SA. La serie A, prodotta per pressione di esercizio 4 bar e guide di grandezza 25 e 35 (bloccaggio attivo) è indicata per operare su un piano di fissaggio vicino alla guida. A prescindere dalla guida lineare usata, il bloccaggio può avvenire direttamente sulle superfici lavorate della struttura di collegamento.

Le serie LinClamp S, SK e SA sono disponibili per carrelli alti e bassi in un’ampia gamma di configurazioni standard con elevatissima compatibilità su tutti i modelli di guida. È possibile dotare LinClamp di fori di fissaggio di svariati tipi per un impiego praticamente universale. Le pressioni di esercizio standard sono di 4 o 6 bar, ma su richiesta vengono adattati anche a pressioni diverse.

 

Le fresatrici della serie Gamma di Wissner, sviluppate per la lavorazione di piccoli pezzi come ad esempio nel settore dentale. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.

FOCUS: PIÙ SICUREZZA PER LE MACCHINE

Sono molteplici i costruttori di macchine che si affidano alle soluzioni HEMA per dotarle di bloccaggi di sicurezza efficaci. Tra queste, Wissner Gesellschaft für Maschinenbau di Gottingen produce fresatrici e macchine laser ad alta velocità. Nelle lavorazioni HSC le forze molto elevate esercitano sollecitazioni intense sugli utensili di fresatura e sui mandrini. Poiché nell’area di lavoro della macchina, trucioli e frammenti vengono proiettati nell’ambiente ad altissima velocità, le fresatrici del tipo “Gamma” sono racchiuse efficacemente da protezioni provviste di vetri certificati. In caso di avaria dell’impianto pneumatico, il sistema RotoClamp blocca il mandrino per impedirne l’ulteriore rotazione incontrollata. Sulle macchine della serie Witec Performance, Wissner ha adottato il LinClamp. Grazie agli azionamenti lineari, la macchina raggiunge velocità di traslazione e accelerazioni molto elevate; in situazioni di emergenza queste sono contrastate efficacemente dai sistemi di bloccaggio, che assicurano tempi di reazione brevissimi e forze di frenata e bloccaggio elevate. Infine, nella testa orientabile del nuovo centro di rettifica utensili di Detley Hofmann GmbH, il DiskClamp è applicato nell’asse del mandrino di rettifica per arrestare efficacemente il movimento rotatorio della massa in caso di necessità. ©TECN’È

In caso di arresto d’emergenza, LinClamp installato su una Witec Performance interviene in modo rapido ed efficace. Foto ©HEMA Maschinen- und Apparateschutz GmbH.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Tra le “attrattive” della 31.BI-MU di Milano quali suscitano più interesse?

La rivista
Copertina Tecn'è Ottobre 2018

Copertina Tecn'è Percorsi Tecnologici

Copertina Tecn'è Ottobre 2018 Supplemento

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV