Automazione
BENVENUTI NEL FUTURO
01/10/2018

La nuova sede di SEW-Eurodrive è a Solaro, in provincia di Milano.

SEW-Eurodrive Italia compie 50 anni e li festeggia con un avveniristico headquarter che ospita uffici e sito produttivo: quest’ultimo, esempio tangibile di Industria 4.0, che sfrutta le soluzioni d’automazione dell’azienda stessa, la proietta nel futuro.

di Simona Recanatini

Era il 21 ottobre 1968 quando SEW-Eurodrive (www.sew-eurodrive.it) venne iscritta nel registro della Camera di Commercio di Milano. Sono passati esattamente 50 anni da allora e oggi l’azienda ha tanti, tantissimi motivi per festeggiare questo mezzo secolo da protagonista nel panorama dell’automazione. In qualità di leader mondiale nella produzione e commercializzazione di prodotti e sistemi per l’automazione industriale, logistica e di processo, SEW-Eurodrive ha svolto un percorso brillante, che l’ha portata a seguire sempre la strada dell’innovazione per sviluppare soluzioni sostenibili e tecnologie innovative e affidabili. Sono flessibilità, spirito di collaborazione, trasparenza ed eticità a guidare le azioni dell’azienda: oggi la sua missione è quella di sviluppare sistemi e tecnologie con l’obiettivo di garantire un successo duraturo ai propri clienti, contribuendo a migliorare la qualità della vita e la conservazione delle risorse energetiche. Per perseguire tutto questo, SEW-Eurodrive è impegnata su tre fronti: Tecnologia, ovvero sistemi all’avanguardia che guidano la trasformazione digitale di Industry 4.0, Servizi (consulenza, supporto, formazione…) e Qualità, con il continuo miglioramento dei processi, delle competenze, dei servizi e della tecnologia.

 

Dopo aver adottato la filosofia Lean che è la base per implementare con successo i concetti di Industria 4.0, oggi SEW-Eurodrive è pronta a goderne i vantaggi: flessibilità, efficienza, semplicità e sicurezza.

IL SIMBOLO DI UN NUOVO APPROCCIO

Proprio nell’ottica del miglioramento continuo, un brindisi speciale lo merita il nuovo headquarter che l’azienda si è regalata per festeggiare concretamente questo mezzo secolo di successi nel mondo dell’automazione. Iniziarono nel 2015 i lavori di ampliamento della sede di Solaro di SEW-Eurodrive, in provincia di Milano, con la realizzazione ex novo di una palazzina e la ristrutturazione dell’immobile datato 1991, che ha previsto il rifacimento del layout dell’officina di assemblaggio in ottica di Industria 4.0.

Declinato nei valori di concentrazione, collaborazione, comunicazione e contemplazione, l’edificio di nuova costruzione presenta una facciata che si caratterizza per la sequenza di brise-soleil verticali in alluminio che fanno parte di un ingegnoso sistema di ombreggiamento ma rappresentano anche un rimando ai concetti di movimento, ripetitività e fluidità e un chiaro riferimento alle tecnologie prodotte da SEW-Eurodrive, rappresentando così quel “Driving the world”, motto che ispira l’azienda. Di dimensioni variabili per creare il suggestivo effetto a onde, la sequenza è realizzata con pannelli di alluminio composito capaci di tradurre in elementi architettonici l’idea di dinamismo e la propensione al futuro caratteristica dell’identità di SEW-Eurodrive. Insomma: già osservando la palazzina dall’esterno si comprende cosa vuole trasmettere SEW-Eurodrive al mercato… “La nuova sede è molto di più di quello che sembra: sicuramente è un nuovo luogo di lavoro, uno spazio fisico con nuove modalità di interazione e condivisione. Ma è anche il simbolo di un nuovo approccio, un nuovo stile: un cambiamento necessario per poter precorrere il futuro e raggiungere le nuove e imprevedibili tappe che ci riserva” sottolinea Giorgio Ferrandino, General Manager di SEW-Eurodrive Italia.

 

Pensare globalmente e agire localmente: è questa la filosofia che caratterizza il gruppo SEW-Eurodrive e che si concretizza ogni giorno nella vicinanza al cliente e nella ricerca di soluzioni tecnologiche specifiche per la singola necessità.

METAFORA DELL’INNOVAZIONE

Una nuova sede, dunque, che è anche una metafora dell’innovazione. Il risultato finale parla di uffici ampliati in linea con le previsioni di crescita di un’azienda attenta anche a rafforzare le sinergie tra i dipartimenti, aumentare l’interazione dello staff, creare un ambiente di lavoro capace di supportare i nuovi obiettivi di business. Tra questi, come accennavamo, il rinnovo dell’area produzione. “Circa due anni fa, quando abbiamo visto il progetto del new building, è nata l’idea di rinnovare anche la fabbrica” racconta Francesco Di Pasquale, Operations Manager dello stabilimento di Solaro. “Il mercato è in perenne crescita, i nostri clienti ci chiedono con continuità soluzioni, offerte e prodotti specifici per le loro esigenze e con tempi di consegna sempre minori. Ci siamo chiesti: in termini di efficienza, cosa può portarci la Smart Factory a parità di struttura e risorse? È nata così l’idea di sfruttare le nostre navette AGV (veicoli a guida automatica) nel sito produttivo, ovvero dei sistemi di assistenza mobili (MAS, Mobile Assistance System) per le movimentazioni e l’assemblaggio”, prosegue Di Pasquale. Nel 2007, quando iniziarono i lavori di ammodernamento dell’officina di Solaro, SEW-Eurodrive implementò la filosofia Lean, che ha permesso un incremento di produttività, gettando le basi per affrontare Industry 4.0 nel modo migliore. “Abbiamo pensato di far diventare la nostra Smart Factory un modello reale da mostrare ai clienti, per far vedere cosa è in grado di fare la nostra azienda in termini di Industria 4.0. Da un lato sono aumentate la produttività e la flessibilità, dall’altro abbiamo uno showroom ‘reale’: a questi due asset si è aggiunto il Piano Calenda con l’iper-ammortamento”, spiega il Manager.

 

Le competenze di SEW-Eurodrive sono distribuite sul territorio italiano attraverso i Drive Center (Milano, Verona, Torino, Bologna e Caserta e sales office di Pescara) che garantiscono una presenza diretta e svolgono funzioni di vendita e supporto tecnico e commerciale.

VISITA ALLA SMART FACTORY 4.0

Entrare nel sito produttivo di SEW-Eurodrive a Solaro significa vedere i concetti di Industria 4.0 tradotti in realtà: si notano subito gli assistenti mobili che girano in autonomia per tutta la fabbrica, non ci sono cavi visibili sul pavimento e l’ordine è un elemento che salta subito all’occhio. Il veicolo a guida autonoma, in questo meccanismo, è l’assistente principale dell’operatore: comunica cosa prelevare, le operazioni da fare nella cellula di assemblaggio e si fa carico della comunicazione a tutta la fabbrica, interagendo con le persone grazie a un tablet. Questo riduce anche i margini di errore, peculiarità della filosofia Lean, e le tempistiche. “Gli AGV fungono anche da banchi di lavoro: è un grande vantaggio perché ci aiuta a migliorare i passaggi del materiale tra una postazione di lavoro e l’altra, eliminando gli sprechi. Abbiamo quindi pensato di iniziare il processo di lavorazione proprio a bordo del veicolo, e questa è la parte realmente innovativa: in funzione del prodotto che andremo ad assemblare, l’assistente mobile si dirige nel giusto centro di lavoro” aggiunge Di Pasquale. Aggiungiamo che le navette AGV sono studiate e realizzate da SEW-Eurodrive: a parte lo scanner, tutto il software e l’hardware sono di proprietà.

 

Il sistema di tecnologie modulari di SEW-Eurodrive consente milioni di configurazioni personalizzate e questo è possibile solo con competenze uniche e approfondite.

LE PERSONE FANNO LA DIFFERENZA

Industry 4.0 rappresenta un modello produttivo flessibile, capace di rispondere alle esigenze di personalizzazione dei clienti e tutto questo è possibile solo con un coinvolgimento e una responsabilizzazione delle persone: nella fabbrica del futuro la persona è al centro. “Tutto il sistema di digitalizzazione è stato studiato con gli addetti ai lavori, risorse importantissime in SEW-Eurodrive: gli operai sono fautori del cambiamento, non lo stanno subendo. Questo crea la vera condivisione di valori. L’operaio che svolgeva il lavoro di pressatura, per esempio, oggi fa qualcosa di più importante e più strategico, come per esempio l’assemblaggio”, spiega Di Pasquale. Grazie all’automazione cambiano, in meglio, i ruoli all’interno della fabbrica: questo evidenzia come la tecnologia non sia una minaccia bensì una preziosa risorsa, tanto che in SEW-Eurodrive l’idea è quella di aumentare i posti di lavoro, non di diminuirli. Le persone fanno realmente la differenza, soprattutto in un contesto come quello di Industria 4.0: flessibilità, collaborazione, eticità e trasparenza sono i valori che in SEW-Eurodrive hanno determinato l’evoluzione dell’azienda e guidano il modo di agire dei singoli dipendenti.

La piattaforma di automazione modulare MOVI-C® consente di costruire macchine migliori grazie alla perfetta integrazione tra software di ingegnerizzazione, tecnologia di controllo, tecnologia degli inverter e tecnologia di azionamento.

IL FUTURO È GIÀ REALTÀ

I clienti restano colpiti nel vedere da vicino cosa significa Industry 4.0, le sue possibilità e soprattutto il concetto di integrazione. Perché qui si può davvero toccare con mano il concreto valore aggiunto che deriva dalla digitalizzazione, che introduce il vero Work in Progress (WiP): il sistema propone in automatico all’operatore l’ora esatta in cui dovrà partire la produzione per spedire il prodotto nel giorno concordato. “Attualmente la nostra media di consegna è di 5 giorni lavorativi, l’obiettivo è arrivare a un tempo di consegna ‘a partire da 3 giorni’, sempre in base alle quantità e alle richieste di customizzazione del cliente”. SEW-Eurodrive con questo nuovo progetto conta di aumentare il proprio output giornaliero del 70%. “Aumenteremo non solo il numero di motoriduttori assemblati in un giorno, ma allo stesso tempo incrementeremo il mix di prodotti rispetto a oggi. Quando il progetto sarà finito avremo 45 AGV e diverse macchine automatizzate: questo ci garantirà il 25% in più di produttività a parità di personale e portafoglio prodotti. Aggiungendo nuove persone, ma senza modificare il nostro layout, avremo un potenziale, invece, del 70% in più. In sostanza, siamo già strutturati per affrontare le richieste di mercato, aumentate, che arriveranno nel 2025/2026. Insomma: quello che per noi poteva essere un progetto prototipale è diventato il core dell’azienda”, conclude il manager. In SEW-Eurodrive hanno addirittura coniato l’espressione “filosofia produttiva 2030” che dà già un chiaro segnale di quanto si lavori oggi per le sfide di domani, di un futuro che è già realtà. Sì perché talvolta, introdurre un’innovazione, può anticipare benefici non del tutto immaginabili…

FOCUS: 50 ANNI DI INNOVAZIONE

1968: Sew Italia viene iscritta alla Camera di Commercio di Milano.

1969: inizia l’attività produttiva nello stabilimento di Limbiate.

1971: il gruppo cambia nome e diventa SEW-Eurodrive.

1991: spostamento a Solaro e inaugurazione nuova sede.

2007: ammodernamento dell’officina di Solaro, conclusosi nel 2008, che ha permesso di passare da una produzione in linea a una produzione attraverso isole di lavoro. Un importante investimento, che implementa concetti di flessibilità produttiva che si sarebbero poi espansi con la visione Industria 4.0 dei successivi anni.

2017: realizzazione della nuova palazzina per l’ampliamento della sede di Solaro, ristrutturazione dell’immobile del 1991 e rifacimento del layout dell’officina di assemblaggio e implementazione processi e tecnologie smart (Industria 4.0). ©TECN’È

La fabbrica intelligente richiede sistemi sempre più flessibili, connessi, efficienti e sicuri.



Precedente | Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Tra le “attrattive” della 31.BI-MU di Milano quali suscitano più interesse?

La rivista
Copertina Tecn'è Ottobre 2018

Copertina Tecn'è Percorsi Tecnologici

Copertina Tecn'è Ottobre 2018 Supplemento

Eureka n.5 - 2018
Newsletter



Sponsor

















































































OpenFactory Edizioni
© 2018. Open Factory Edizioni s.r.l. - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone +39 02 49517730 +39 02 49517731 - Telefax +39 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Redazione | Privacy Policy
Powered by Joy ADV