Mercoledì 29/03/2017 - ore 09.26
 
PROGETTAZIONE
UN ALTRO PASSO AVANTI
28/02/2017

A MECSPE Missler Software presenta l’ultima release di TopSolid, la cui uscita è prevista per il mese di luglio.

Quale occasione migliore di MECSPE per presentare l’ultima release di TopSolid, la cui uscita è prevista per il mese di luglio? Vivien Zanella, general manager di Missler Software Italia, ha svelato in anteprima a TECN’È le novità più significative racchiuse in TopSolid 7.11, la soluzione CAD/CAM/PDM integrata, parametrica e associativa. Soluzione CAD/CAM/PDM associativa e parametrica sviluppata sul motore Parasolid, TopSolid (giunta ormai alla versione 7.11) si distingue per la sua ampia offerta di funzionalità e per i vari moduli verticali dedicati ai principali settori: meccanica, macchine speciali, automotive, aerospace, stampi, energia, medicale e lamiera.

Nella versione 7.11 è stato introdotto TopSolid Web Explorer, un nuovo modulo dedicato alle aziende che hanno più sedi operative e che hanno la necessità di consultare i progetti tramite internet.

di Elisa Maranzana

Ogni anno Missler Software (www.misslersoftware.it) investe circa il 30% del suo fatturato in ricerca e sviluppo, a cui si aggiungono numerose iniziative legate ai bandi di ricerca europei. Se queste sono le premesse non è difficile immaginare perché la nota software house francese, con sede italiana a Modena, sia riuscita negli anni a realizzare e ottimizzare continuamente – di pari passo con le necessità di un mercato sempre più esigente e complesso – la sua piattaforma di ultima generazione, oggi utilizzata da oltre 150.000 professionisti in tutto il mondo (solo in Italia sono circa 3.000 le licenze vendute, con un incremento medio annuale del 30%). Soluzione CAD/CAM/PDM associativa e parametrica sviluppata sul motore Parasolid, TopSolid – giunta ormai alla versione 7.11 – (www.topsolid.it) si distingue per la sua ampia offerta di funzionalità e per i vari moduli verticali dedicati ai principali settori: meccanica, macchine speciali, automotive, aerospace, stampi, energia, medicale e lamiera.

Progettazione di superfici: il nuovo comando Matrice permette di creare una forma estrusa da un profilo, indicando i vari angoli di spoglie e raccordi sulle parti convesse.

“Con la release 7.11 ci presentiamo in anteprima a MECSPE. Siamo andati ad arricchire ulteriormente la versione 7 che avevamo riscritto da zero”, ha esordito Vivien Zanella, general manager della filiale italiana della software house. “Le novità di TopSolid 7.11 sono così numerose che sarà impossibile elencarle tutte. In generale per queste ultime release abbiamo seguito sostanzialmente quelle che sono state le novità informatiche degli ultimi dieci anni: come si sono evoluti gli hardware e i software (e quindi i sistemi operativi), ma anche gli utenti che quotidianamente utilizzano le nostre soluzioni. È sempre maggiore, per esempio, la tendenza a usare i software online e pertanto era importante adeguare anche la nostra piattaforma in questo senso”.

Un’altra novità TopSolid Design riguarda lo sviluppo di tubi sia semplici (a gomito) che complessi (a gomito e con più orientamenti nello spazio).

NOVITÀ ASSOLUTA

Nella versione 7.11 è stato introdotto TopSolid Web Explorer, un nuovo modulo dedicato alle aziende che hanno più sedi operative e che hanno la necessità di consultare i progetti tramite internet e scambiarsi informazioni. “Con questo strumento”, ha continuato Zanella, “gli utenti possono ora accedere alla lista dei progetti, delle librerie, visualizzare e stampare i vari documenti, verificare o consultare le misure dei pezzi, inserire note e convalidare modifiche”.

Novità più rilevante dell'ultima release di TopSolid, il modulo Web Explorer è stato pensato per essere utilizzato principalmente dalla figura del responsabile di progetto che spesso si trova di fronte alla necessità di verificare il lavoro degli uffici tecnici sparsi per le varie sedi dell'azienda. Da un punto di vista operativo, però, questo modulo non permette ancora agli utenti di collaborare attivamente allo stesso progetto, e quindi di effettuare modifiche vere e proprie direttamente tramite internet. La ragione è sostanzialmente da ricercarsi nel problema legato alla pesantezza dei dati relativi ai file di lavorazione che rallenterebbero fortemente le performance della piattaforma.

“Il nuovo upgrade che consentirà una collaborazione attiva online è già in fase di studio, perché sono diverse le richieste del mercato in questo senso”, ci ha anticipato Zanella. “Si tratta di un ulteriore passo avanti che pensiamo di poter proporre al mercato nell’arco di 24 mesi”.

Il modulo nesting oggi è più semplice da utilizzare in manuale, soprattutto per ciò che riguarda lo spostamento dei pezzi all’interno di uno stesso supporto oppure tra due supporti diversi.

SOLUZIONE ANCORA PIÙ INTUITIVA

Dopo aver rivoluzionato l’interfaccia con la versione 7, Missler Software ha poi introdotto alcune novità anche nell'ultima release senza però stravolgerla nuovamente. “Si tratta sostanzialmente di piccole migliorie”, ci ha spiegato Zanella, “finalizzate a rendere più intuitiva la visualizzazione dello stato delle parti nell’albero del progetto (PDM), come per esempio l'aggiunta dell'icona di un dischetto dinnanzi ai documenti non ancora salvati, oppure come la visualizzazione in wireframe, in concomitanza con il passaggio del cursore, di tutti quegli elementi non visibili nell’assieme perché interni ad altri pezzi. L’albero del progetto, inoltre, è ora in grado di indicare anche le dipendenze tra i file e i casi d’impiego senza interrogare il PDM”.

MESHATURE PIÙ RAPIDE

Alcune delle novità più significative riguardano diverse funzioni di TopSolid Design, oggi più semplice da usare, veloce e potente.

Le migliorie hanno interessato tutti i moduli in maniera trasversale, da piccoli upgrade di alcune funzioni più semplici – come la nuova opzione per tangenza nella selezione delle facce o come la presenza dell'opzione di smusso già nei comandi di foratura – fino ad arrivare a interventi più radicali come la scelta di sostituire l'algoritmo di meshatura, passando al motore di mesh MeshGems della società Distene.

“La novità più importante di TopSolid Design è proprio legata al calcolo strutturale”, ha precisato il general manager di Missler Software Italia. “La sostituzione dell'algoritmo di meshatura, optando per un motore esterno più veloce e collaudato, permetterà infatti di effettuare mesh molto più rapidamente su modelli complessi rispetto a ciò che era possibile fare con la versione 7.10”.

Nelle lavorazioni 3D, l’algoritmo sulla ripresa dei raggi è stato riscritto totalmente.

OTTIMIZZAZIONI IN CORSO

Il CAM infine è uno dei moduli più importanti della linea TopSolid e questo è un dato di fatto. Il passaggio dalla versione 6 alla 7 ha impegnato in primis gli sviluppatori nella reintroduzione di tutte quelle funzioni basilari legate alle tecnologie usate per tornitura, fresatura ed elettroerosione a filo, dai due ai quattro assi.

“Ci sono voluti sostanzialmente tre anni per rimettere le basi”, ha concluso Zanella, “dopo di che il nostro obiettivo è diventato quello di migliorare ulteriormente le varie funzioni, passo avanti che abbiamo fatto con gli upgrade di questa ultima release che interessano principalmente l'ottimizzazione dei moduli di lavorazione sul 4° e 5° asse e la simulazione”. ©TECN’È

Novità anche per la tornitura con TopSolid: è ora possibile utilizzare dei “punti tecnologici” come riferimento nelle sincronizzazioni multi assi.



Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Nel processo di produzione di qualsiasi impresa giocano un ruolo fondamentale?

La rivista


Newsletter



Sponsor





































































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV