INDUSTRIA DELLE BEVANDE
IN ALTO I CALICI
01/10/2017

Con oltre 76.000 visitatori da più di 170 nazioni, drinktec ha realizzato il miglior risultato dei suoi 66 anni di storia, superando tutte le aspettative.

Con oltre 76.000 visitatori da più di 170 nazioni, drinktec ha realizzato il miglior risultato dei suoi 66 anni di storia, superando tutte le aspettative. Rispetto all’edizione del 2013, il numero di visitatori è aumentato di ben 10.000 unità, soprattutto sul fronte estero, dove si è registrato un incremento del 12%, a conferma della caratura internazionale della manifestazione. La quota di visitatori stranieri è così salita al 67%. Con 1.749 aziende da 80 Paesi, il Salone – vero e propri test per l’industria del settore – ha registrato un nuovo record anche sul fronte degli espositori. Questo risultato è dovuto principalmente al Salone dell’enologia SIMEI che si è svolto per la prima volta all’interno di drinktec, ma anche all’ulteriore aumento degli espositori dello stesso drinktec.

di Luigi Ortese

“Un risultato eccezionale. È ormai chiaro che drinktec (www.drinktec.com) non è solo la principale vetrina mondiale delle innovazioni del settore, ma anche la più importante piattaforma di investimento”, sottolinea Il Dott. Reinhard Pfeiffer, Vicepresidente del Consiglio Direttivo di Messe München (www.messe-muenchen.de), commentando le cifre record. “La collaborazione con il Salone dell’enologia SIMEI è senza dubbio una scelta vincente. Mi fa particolarmente piacere che gli espositori di SIMEI abbiano incontrato in fiera il pubblico internazionale che si aspettavano”.

OLTRE OGNI ASPETTATIVA

Anche Volker Kronseder, Presidente del Comitato Direttivo di drinktec e Presidente della sezione dedicata alle macchine per bevande e alle tecnologie casearie all’interno della VDMA, ha tracciato un bilancio estremamente positivo dopo cinque giornate di fiera: “per me è stata la migliore edizione di drinktec di tutti i tempi. È interessante notare come questa fosse la prima volta per SIMEI al drinktec e la manifestazione abbia realizzato un nuovo record di espositori. Abbiamo raggiunto un grado di internazionalità elevato, con molti visitatori di alto profilo. Questa fiera sarà un’iniezione di energia per l’industria mondiale delle bevande e degli alimenti liquidi per i prossimi quattro anni”.

Richard Clemens, Direttore Generale della VDMA, Divisione macchine per l’industria alimentare e l’imballaggio, si è dimostrato altrettanto entusiasta: “drinktec ha superato ancora una volta le nostre aspettative. Siamo stupiti dal livello di internazionalità e competenza dei visitatori! drinktec detta gli sviluppi del settore: l’attenzione dei visitatori era focalizzata sulle soluzioni innovative per le applicazioni del futuro”.

Per Unione Italiana Vini (UIV) è stato il Presidente Ernesto Abbona a fare il bilancio della manifestazione: “siamo orgogliosi del fatto che SIMEI abbia superato i confini nazionali e, insieme a drinktec, abbia aperto le porte all’internazionalizzazione. Negli ultimi giorni ho parlato con diversi nostri espositori, che erano unanimi nell’affermare che il Salone è stato un successo. Siamo riusciti a entrare in contatto con nuovi gruppi di operatori dell’emisfero Sud, che altrimenti non avremmo mai raggiunto. Come previsto, la vendemmia ha influito sulla presenza dei viticultori di alcuni Paesi europei e del Nordamerica”.

drinktec si è svolto per la prima volta in contemporanea con SIMEI, la più importante fiera internazionale dedicata alle tecnologie del vino.

LA FIERA DELLE FIERE

Gli espositori hanno riconosciuto a drinktec un ruolo di primo piano e hanno sottolineato la straordinaria importanza del Salone per l’intero settore (come si può leggere nelle dichiarazioni degli espositori). Il capo di KHS, Prof. Dott. Ing. Matthias Niemeyer, considera drinktec una vetrina “per l’intero settore e per gli operatori specializzati di tutto il mondo. drinktec offre agli espositori le condizioni ideali per presentare prodotti e novità”.

Christoph Klenk, Presidente del Consiglio di Amministrazione di KRONES, ha dichiarato a nome di molti colleghi: “nel complesso, per KRONES, drinktec è la fiera delle fiere. Siamo molto soddisfatti”.

Per Gianfranco Zoppas, Presidente del Consiglio di Amministrazione di SIPA, drinktec è “il salone di riferimento per il nostro settore. Siamo estremamente soddisfatti, non solo per il numero, ma anche per la qualità dei visitatori.

Il Dott. Rainer Brambach di EnviroChemie ha sottolineato: “drinktec riesce a raccogliere figure decisionali da tutto il mondo, con un grado di concentrazione che non ha paragoni”.

SIMEI: UNA SCELTA VINCENTE

Un contributo sostanziale è giunto dall’area espositiva SIMEI, che ha raddoppiato le presenze relative ai comparti di vino, spumante e spiriti con 17.840 operatori. La prima collaborazione fra drinktec e SIMEI è stata valutata positivamente anche dagli espositori di SIMEI. Marzio Dal Cin, Presidente dell’associazione di settore Anformape, Associazione Nazionale Fornitori Macchine Accessori e Prodotti per l’Enologia, ha sintetizzato così i commenti dei propri espositori: “l’impressione degli espositori di SIMEI è complessivamente ottima. La presenza di molti operatori internazionali, soprattutto dall’emisfero sud, è un elemento molto positivo ed è il motivo principale per cui le aziende credono in questo progetto”.

Analogo giudizio è stato espresso da Cristina Bertolaso dell’omonima azienda: “SIMEI a Monaco di Baviera è una scelta vincente che ci ha portato molti nuovi clienti potenziali. Siamo pronti a entrare in nuovi mercati”.

Carlo Gai, titolare di GAI, ha dichiarato: “la tecnologia italiana per l’industria del vino è riconosciuta in tutto il mondo e, da parte nostra, dovevamo assolutamente cogliere l’opportunità di mostrarla a un pubblico internazionale così vasto”.

drinktec si è confermata la più importante piattaforma mondiale per le innovazioni e gli investimenti del settore.

IL COMPARTO DEGLI ALIMENTI LIQUIDI

Grande successo anche per oils+fats, l’unico Salone europeo dedicato alla produzione e alla lavorazione di oli e sostanze grasse vegetali e animali, anch’esso integrato in drinktec. Nel padiglione C1 erano presenti 49 espositori da 16 Paesi. Le sinergie con drinktec riguardano soprattutto l’ambito del liquid food, dove spesso si utilizzano macchine e componenti simili. Gli effetti positivi della proposta combinata di drinktec e oils+fats sono evidenti anche dal numero di visitatori provenienti dal comparto Liquid Food, cresciuti da 8.700 a 10.700 con un incremento del 22%.

In occasione di drinktec 2017 si è svolto anche per la prima volta PRO FachHandel, il principale appuntamento del commercio di bevande e convenience food in Germania. Con questa iniziativa drinktec ha aperto le porte anche al commercio di bevande. 

VISITATORI DA TUTTO IL MONDO

I dati sui visitatori da oltreoceano indicano chiaramente come drinktec sia un evento di caratura mondiale, un vero e proprio “vertice internazionale” del settore. L’afflusso di visitatori dalla Cina è cresciuto del 65% con oltre 2.000 presenze. La Cina si proietta così nella top-ten dei visitatori, insediandosi al secondo posto dopo l’Italia, che, grazie a SIMEI, ha registrato un incremento altrettanto significativo: +45% con 5.240 visitatori. Forte crescita anche dal Sudamerica. SIMEI ha offerto un contributo evidente agli arrivi dall’Argentina, cresciuti a 545 presenze (più 165%). Dal Brasile sono giunti 1.100 operatori, con un incremento del 40%. La Francia, altra patria del vino, si è collocata al quarto posto con 1.800 visitatori. Dopo Italia, Cina e Francia, nella top-ten dei Paesi di provenienza dei visitatori si sono inseriti Russia (1.875 presenze), Gran Bretagna (1.619), Stati Uniti (1.570), Spagna (1.254) e Paesi Bassi (1.221).

VOTI MASSIMI PER IL PROGRAMMA CONVEGNISTICO

Sul fronte dei visitatori, come nelle edizioni precedenti, drinktec ha ottenuto risultati eccezionali. Praticamente tutti (97%) i visitatori hanno assegnato al Salone un giudizio da ottimo a buono e il 96% è intenzionato a tornare alla prossima edizione nel 2021. Anche i nuovi settori espositivi hanno ottenuto buoni riscontri. L’88% dei visitatori ha espresso un giudizio positivo su SIMEI@drinktec, il 93% ha apprezzato l’area Home&Craft.

Plebiscito favorevole anche per i numerosi appuntamenti del programma convegnistico, dalle piattaforme di networking ai premi, dalle conferenze ai forum. Produttori di birra di tutto il mondo si sono riversati in massa su Place2beer, punto di ritrovo per tutto ciò che riguarda la birra artigianale. Un mastro birraio su cinque in visita a drinktec è giunto dal comparto della birra artigianale. La Innovation Flow Lounge, nata nel 2013 e rivolta agli esperti di vendite e marketing, ha richiamato circa 1.000 operatori da tutto il mondo. Affollato anche il drinktec-Forum nel padiglione A2 con circa 1.300 visitatori. ©tecnelab

drinktec sarà un’iniezione di energia per l’industria mondiale delle bevande e degli alimenti liquidi per i prossimi quattro anni.



Seguente


COMMENTI
Sondaggio
Dedicato in particolare modo a chi ha esposto o visitato la EMO di Hannover, questo sondaggio vuole porre in luce il futuro della macchina utensile e la sua evoluzione.

La rivista




Newsletter



Sponsor



































































OpenFactory Edizioni
© 2017. Open Factory Srl - Via Bernardo Rucellai, 37/B - 20126 Milano - Phone + 039 02 49517730 + 039 02 49517731 - Telefax + 039 02 87153767 - C.F. e P. IVA 07222610961
È vietato riprodurre qualsiasi parte delle pubblicazioni, foto e testi senza preventiva autorizzazione scritta da parte dell'editore.
Editore e autori non potranno in nessun caso essere responsabili per incidenti e/o danni che a chiunque possano derivare per qualsivoglia motivo o causa,
in dipendenza dall'uso improprio delle informazioni qui contenute.

Privacy Policy
Powered by Joy ADV