PRECISIONE SUL PEZZO

Il tastatore a contatto RWP20.50-MY consente la trasmissione radio con frequenza 2.4 GHz e 433 MHz.

“A costo di sembrare démodé nel mercato di oggi, dove gli unici imperativi sembrano essere il rispetto dei budget e gli obiettivi economici da raggiungere, l’assoluta soddisfazione dei clienti rimane per me la più robusta linea guida delle mie azioni”, afferma Luigi Gaggero, General Manager di m&h Italia s.r.l. Supportata dall’appartenenza a un Gruppo internazionale quale è Hexagon Manufacturing Intelligence, l'azienda specializzata nella progettazione e produzione di tastatori di misura su macchina utensile rimane fedele ai suoi principi e alla sua vocazione pionieristica.

di Carolina Sarpi

“In tutti i processi della nostra azienda, le esigenze del cliente sono al centro della nostra attività. La massima qualità, l’assoluta flessibilità e il know-how del nostro personale consentono ai nostri clienti di ottenere la 'precisione sul pezzo', e quindi vantaggi determinanti nella competizione internazionale. A partire dalla sua fondazione nel 1991, grazie a questa filosofia, m&h (www.mh-inprocess.com) è cresciuta fino a divenire una delle realtà più avanzate tecnologicamente nel settore della misura su macchina utensile”, spiega Luigi Gaggero, General Manager di m&h Italia s.r.l.

PASSIONE SENZA MISURA

“La filiale italiana l'ho fondata proprio io, ormai 12 anni fa. Per circostanze di lavoro avevo incontrato gli allora proprietari di m&h Inprocess International Trading GmbH, che stavano valutando in quel periodo di creare una struttura dedicata al mercato italiano. Ci siamo conosciuti, ci siamo piaciuti, mi sono da subito appassionato al progetto”, prosegue Gaggero. “All'inizio ci lavoravo solo io, poi pian piano ho assunto i primi tecnici. Il 2008 è stato un anno cruciale perché abbiamo fondato la s.r.l. e perché siamo entrati nel Gruppo Hexagon (oggi Hexagon Manufacturing Intelligence), pur senza perdere la nostra autonomia e la nostra identità. In Italia le attività di vendita, installazione e assistenza dei prodotti m&h sono rimaste di nostra esclusiva responsabilità. Senza di fatto intaccare le nostre attività quotidiane, l'ingresso nel Gruppo Hexagon (www.hexagonmetrology.it) ci ha però portato notevoli benefici: la domanda sul mercato globale e la stretta relazione con l’attività commerciale dei costruttori di macchine utensili richiede una presenza in tutti i mercati del mondo. Un risultato che un'azienda di medie dimensioni come m&h può ottenere più velocemente come parte di un Gruppo industriale strutturato. Il ritmo continuo di crescita della società è una dimostrazione di questo successo. Oggi, la nostra filiale occupa 5 persone con un fatturato di 1,6 milioni di euro”.

QUALITÀ TRASVERSALE

Quali sono i punti di forza dell'azienda? “A questa domanda dovrebbero rispondere i nostri clienti, sono loro a scegliere i nostri prodotti in base a motivazioni sempre esplicite”, risponde Gaggero. “Quello che posso dire io è che offriamo sistemi di misura di prim’ordine per la macchina utensile, con meccanica di altissima precisione, e protocollo di trasmissione dei dati affidabile, nonché soluzioni software personalizzate e di semplice uso. Per garantire ai nostri clienti la massima affidabilità, i nostri prodotti rispettano i requisiti di qualità più elevati e a questo scopo ci avvaliamo di un sofisticato sistema di gestione della qualità con certificazione DIN EN ISO 9001:2008”.

Luigi Gaggero, General Manager di m&h Italia s.r.l.

SOLUTION PARTNER

“Ma per noi la qualità è un concetto che va ben al di là del prodotto e che investe a 360° anche il servizio. Siamo dei veri e propri Solution Partner nella misura su macchina utensile: ci prendiamo carico delle operazioni di misura dei clienti e sottoponiamo loro le nostre soluzioni che si estendono fino alla creazione di programmi completi. Offriamo consulenza individuale per operazioni di misura specifiche e installazione del sistema, corsi di formazione per gli operatori macchina, servizio di assistenza in tutto il mondo”, spiega Gaggero. “Sarò antiquato, ma per me l’assoluta soddisfazione dei clienti rimane la più robusta linea guida delle mie azioni. Fondamentali a questo scopo sono tempi brevi di risposta e di consegna, personale di assistenza qualificato e interventi di riparazione efficaci. Attraverso una rete di vendita e assistenza costituita da filiali Hexagon e distributori m&h, forniamo sul luogo il nostro supporto a clienti e utilizzatori finali”.

LE DIREZIONI DA SEGUIRE

“Oggi nello sviluppo di nuovi prodotti le linee guida da seguire sono soprattutto la modularità, l'automazione e la riduzione dei costi, tre direzioni che in realtà si intersecano e procedono spesso di pari passo: lo sviluppo di soluzioni modulari favorisce l'automatizzazione dei processi ed entrambi, pur richiedendo un investimento iniziale in R&S, fanno poi diminuire significativamente i costi”, prosegue Gaggero. “Anche i nuovi prodotti m&h seguono questi trend. L'anno scorso abbiamo lanciato una linea di tastatori a infrarossi con modularità molto elevata, quest'anno proseguiamo con una famiglia di tastatori a onde radio di ultima generazione, RWP20.50, disponibile sia nella versione compatibile con i 433 MHz, sia nella banda di frequenze 2,4 - 2,4835 GHz. Quest’ultimo intervallo, riservato a scopi industriali, scientifici e medici, è conforme alle normative radio internazionali. La potente tecnologia radio di m&h può ora essere usata anche in Paesi dove la rete radio esistente fino a 433 MHz non può essere utilizzata per scopi industriali”.

La misura della temperatura del pezzo è completamente automatica con il tastatore RWP20.50-TP.

IL TASTATORE AD INFRAROSSI PER LA PRODUZIONE IN SERIE

Dopo il successo riscontrato nell'introduzione sul mercato dei due sistemi tastatori modulari IRP25.50 e RWP20.50, m&h ha presentato per la prima volta, in occasione della BI.MU di quest'anno, il sistema tastatore ad infrarossi compatto e innovativo IRP40.02. “La produzione in serie pone requisiti estremamente esigenti per il processo di produzione. Questo nuovo prodotto risponde a tutti questi requisiti per le macchine utensili: accelerazioni estreme, elevate velocità di posizionamento, vibrazioni costanti, bruschi cambi di utensile, temperature elevate e refrigeranti aggressivi non costituiscono un problema”, prosegue Gaggero.  “Grazie al design estremamente compatto e robusto il tastatore IRP40.02 può essere utilizzato anche per applicazioni che si svolgono in condizioni di spazio estremamente limitate”.

UN SOFTWARE TUTTOFARE

“Come ultima novità c'è infine il lancio della versione 3.0 del nostro software di misura PC-DMIS NC Gage”, conclude Gaggero. “PC-DMIS NC Gage rivoluziona l'approccio con i propri tastatori su macchine utensili. Mai come ora è stato possibile configurare ed eseguire misure in modo efficace e al tempo stesso semplice, indipendentemente dal fatto che la macchina disponga di 3, 4 o addirittura 5 assi.  Il software utilizza gli stessi algoritmi certificati PTB (Physikalisch-Technische Bundesanstalt, Istituto di Metrologia Tedesco) che vengono utilizzati anche su macchine di misura a coordinate. PC-DMIS NC Gage porta la precisione matematica sulla macchina utensile e permette di produrre pezzi e ottenere risultati in modo affidabile, anche utilizzando complesse macchine a 5 assi”.

PC-DMIS NC Gage, app di misura per macchine a CN.

Sponsor

Mediapartners