Automazione – Galaxie: il nuovo attuatore di WITTENSTEIN

Galaxie® DF: servoattuatore ad albero cavo ultrapiatto e Galaxie® D: servoattuatore compatto disponibile ora anche nella taglia 085.

Novità assoluta in Casa WITTENSTEIN (www.wittenstein.it) è la serie DF: un attuatore dal design innovativo e ultrapiatto ad albero cavo, con motore sincrono a magneti permanenti integrato. Grazie agli avvolgimenti che si sviluppano radialmente intorno all’albero cavo, Galaxie® DF permette di risparmiare un ulteriore 30% di lunghezza rispetto alla già compatta serie D, mantenendo la compatibilità con i principali azionamenti presenti sul mercato, come EnDat, Hiperface.

Galaxie® D combina il riduttore ad albero cavo Galaxie® G con un motore ad alte prestazioni e da ora, per questa serie, è disponibile anche la nuova taglia 085 adatta per applicazioni di più piccole dimensioni.

É recente anche la variante di riduttore con prestadio ortogonale, Galaxie® GH, che permette un’integrazione ottimale nella macchina con il minimo ingombro. Complessivamente, quindi, Galaxie® è disponibile in quattro esecuzioni in grado di offrire la massima flessibilità in applicazioni che presentano requisiti quali assenza di gioco, estrema rigidezza ed elevata uniformità di rotazione costante nel tempo.

Esempi tipici di applicazione sono i torni ad alte prestazioni (asse utensile), teste di fresatura (asse A-C), tavole rototiltanti, pinze di saldatura robotizzate, ma anche macchine per deformazione lamiera a freddo, rivettatrici, cesoie, centri di lavoro a doppio mandrino.

Raffreddamento ad acqua e sistema di feedback sono standard, mentre freno e sensoristica sono opzionali. La sensoristica permette di registrare su un Cloud IoT dei dati di funzionamento che si possono richiamare durante l’intero ciclo di vita, indipendentemente dall’azionamento utilizzato.

Il principio di funzionamento di Galaxie®, unico nel panorama dei riduttori, ha conquistato non solo l’apprezzamento industriale, ma anche quello di importanti istituti scientifici e accademici tedeschi, come l’Associazione tedesca per la Ricerca sulla Tecnologia delle Trasmissioni (FVA) e l’Associazione dei Costruttori di Macchine (VDMA).

Dopo aver vinto il prestigioso Hermes Award nel 2015 e l’Innovation Award nel 2016, ora Galaxie® è in lizza per un altro importante premio: il Deutscher Zukunfpreis, un riconoscimento per l’innovazione nella scienza e nella tecnologia. Galaxie® è in corsa perché “costituisce una tipologia assolutamente innovativa di riduttore, in grado dare alla produttività industriale una grande spinta”.

La spirale logaritmica sulla quale si basa il suo principio di funzionamento, infatti, prevede l’ingranamento su superfici di contatto piene e non più solo su alcuni punti. L’aspetto cruciale riguarda proprio l’area di contatto tra dente e corona, più estesa in base a calcoli FEM comparativi, di ben 6,5 volte rispetto a quella di un riduttore epicicloidale. Questo permette una coppia massima trasmissibile molto maggiore.

Inoltre, la distanza tra il portadenti e la corona esterna è talmente ridotta da minimizzare il tratto di dente soggetto a flessione. Si ottiene, così, una rigidezza torsionale fino al 580% superiore rispetto a quella dei migliori riduttori comparabili sul mercato. Anche in presenza di carichi alternati, nel punto di inversione della coppia, viene mantenuto il gioco zero, conservando la massima rigidezza.

Sponsor

Mediapartners