Software – Actran 19 di FFT espande la simulazione vibro-acustica

FFT, Free Field Technologies (www.fft.be), parte di MSC Software (www.mscsoftware.com), ha annunciato la nuova release Actran 19, versione che consente agli ingegneri di affrontare le sfide relative al rumore in modo più veloce e con simulazioni acustiche, vibro-acustiche e aero-acustiche più efficaci.

Actran 19 include un nuovo modulo – Actran SEA – basato sui principi del metodo Virtual Statistical Energy Analysis, modulo che consente un approccio “SEA from FEA”, utile per risolvere problemi vibro-acustici accoppiati: la simulazione di sistemi complessi ad alte e medie frequenze si avvale come input dei modelli agli elementi finiti preesistenti, validi per le basse frequenze, quali i modelli di MSC Nastran.

Anche la simulazione aero-acustica dei fan beneficia di un nuovo tool per il design delle pale, abbinato a un solutore di flusso a potenziale per valutare la distribuzione della pressione sulle pale stesse. I progettisti hanno così a disposizione la possibilità di valutare la componente tonale del rumore già nelle fasi iniziali del proprio progetto, oltre che la possibilità di utilizzare i risultati derivati dei calcoli CFD stazionari.

In aggiunta, la simulazione dell’effetto dei materiali fonoassorbenti nella risposta acustica dei veicoli è stata notevolmente migliorata. In primo luogo, l’approccio a impedenza ridotta è ora disponibile nelle analisi a frequenza diretta, fattore che consente di simulare più fenomeni fisici prima non possibili e l’analisi dei percorsi di propagazione.

In secondo luogo, sono state ulteriormente incrementate le capacità di meshatura automatica dei materiali trim, consentendo di accelerare drasticamente il flusso di lavoro. Infine, in Actran VI è ora possibile esportare modelli di trimmed body per MSC Nastran PEM, semplificando notevolmente il progetto di tali modelli in MSC Nastran.

È disponibile anche un nuovo framework per sviluppare dei wizard customizzati: ciò consente di definire delle procedure verticalizzate su specifiche tipologie di simulazioni. L’obiettivo di tali wizard è quello di guidare l’utente attraverso i diversi passaggi dell’analisi, con un template di modello predefinito, che richiede interazioni e input limitati dal lato utente. Con questa potente modalità, gli utenti CAE meno esperti sono in grado di simulare i propri progetti, riducendone la difficoltà.

La nuova release introduce alcuni miglioramenti relativi all’user experience che portano a un importante incremento della produttività. Alcuni esempi sono: l’implementazione di un accoppiamento fluido/struttura automatico tra mesh incompatibili, la funzione Field Viewer, lo strumento Excitation to Response, nuove mappe 3D di direttività, oltre a un nuovo modulo per la costruzione di studi parametrici.

Actran 19 consente anche una maggior velocità di calcolo nella maggior parte delle simulazioni, grazie alle nuove capacità di mesh adaptivity, estensione dei casi di utilizzo del solutore MUMPS in single precision, un calcolo SNGR più veloce e numerosi altri miglioramenti.

“Actran 19 aumenta lo scope delle capacità di simulazione acustica”, sostiene Bernard Van Antwerpen, Validation e QA Manager di FFT. “Le possibilità che offre il nuovo Actran SEA aprono la porta a simulazioni vibro-acustiche di media e alta frequenza limitando gli input richiesti all’utente. Il rumore tonale dei fan ora può essere simulato con Actran grazie al tool di progettazione delle pale rotoriche o basandosi sui risultati stazionari dell’analisi CFD”.

“Assieme alle nuove possibilità per la simulazione acustica di modelli trimmed body, il nostro team ha lavorato per abbinare i miglioramenti dell’esperienza utente con calcoli computazionali sempre più veloci”, conclude Van Antwerpen.

Sponsor

Mediapartners