Imprese – Kistler apre un nuovo ufficio a Shanghai per rafforzare la propria presenza sul territorio

Il CEO di Kistler, Rolf Sonderegger, durante la cerimonia di apertura della nuova sede di Shanghai, in Cina, illustrata nella foto di anteprima.

Il Gruppo Kistler (www.kistler.com/en) ha celebrato l’apertura della nuova sede a Shanghai il 5 febbraio, in occasione del capodanno cinese. Il nuovo edificio rafforza la presenza della compagnia svizzera sul mercato cinese, permettendo l’offerta ai clienti locali di prodotti e servizi provenienti da un’unica fonte.

“Vediamo l’apertura della nuova filiale di Shanghai come passo necessario della nostra strategia aziendale globale”, ha commentato il CEO di Kistler, Rolf Sonderegger. “Questa sede non è solo il futuro hub per tutti i progetti di Kistler in Cina, ma rafforzerà anche la comunicazione con i nostri clienti del territorio e ci metterà in una posizione migliore per assisterli con un servizio completo, con supporto tecnico e di vendita”. Sonderegger ha aperto l’edificio ultramoderno nel corso di una cerimonia alla quale ha preso parte l’intera forza lavoro, insieme a numerosi clienti del Gruppo.

Il nuovo ufficio è situato all’interno dello Shanghai-Hongqiao Business Park, a un passo dal China’s National Exhibition and Convention Center, con un ottimo accesso alla superstrada, alla stazione ferroviaria e all’aeroporto. Con un’area di 4.200 metri quadrati, l’edificio a sette piani ospita posti di lavoro per circa 100 dipendenti, consentendo di riunire sotto lo stesso tetto l’intero know-how dei reparti Automotive Research & Test, Sensor Technology e Industrial Process Control.

L’edificio ospita anche un Tech Center per offrire supporto ai clienti con servizi come calibrazione, formazione, modifiche tecniche e riparazioni. Un’altra caratteristica è il vasto spazio espositivo dell’area d’ingresso, che include una presentazione della filosofia Industria 4.0 secondo Kistler, insieme agli ultimi prodotti e alle soluzioni del Gruppo.

Il Gruppo Kistler, con quartier generale a Winterthur, in Svizzera, è già stato rappresentato sul mercato cinese negli ultimi 20 anni. Nell’autunno 2018, l’azienda ha acquisito LIK, il produttore cinese di macchinari a uso speciale: oltre a rafforzare la propria presenza nel mercato dinamico di veicoli cinese, questo step ha permesso di espandere l’expertise industriale di Kistler, aggiungendo al portfolio la manifattura di linee di produzione automatizzate, con un focus sul settore in rapida crescita dei veicoli elettrici.

Il vasto spazio espositivo dell’area di ingresso del nuovo edificio include una presentazione della “visione” di Industria 4.0 secondo Kistler, insieme agli ultimi prodotti e soluzioni del Gruppo.

Sponsor

Mediapartners