REMA CONTROL - OTTOBRE 2014

Con Raffaello R5A di Rema Control si dispone di due macchine in una per lavorazioni su particolari da trasformare senza mai essere riposizionati, ovvero dal grezzo al finito in un unico piazzamento.

Rema Control (www.remacontrol.it) di Stezzano, in provincia di Bergamo, ha presentato un’innovativa configurazione dei centri di lavoro verticali a montante mobile Raffaello R5A, dotati di una nuova tavola rotobasculante ad altissima tecnologia. La linea Raffaello, che si sviluppa in 4 taglie, si presta nel settore ad alta tecnologia e viene offerta di base con i 5 assi macchina che operano in continuo e simultaneamente. Realizza pezzi di alta complessità con lavorazioni su cinque facce per eseguire forme o figure con profili particolareggiati sui materiali più diversi come, ad esempio, acciai, leghe leggere, alluminio, titanio o materiali compositi. La nuova tavola rotobasculante a CN, con diametro 630 mm x 200 kg di carico, è azionata da motori direct-drive torque. L’asse C a 360° prevede una coppia di bloccaggio fino a 3.800 Nm, mentre l’asse A da ±120° una coppia di bloccaggio fino a 6.000Nm. La macchina, che opera oltre i 1.000 giri/min con coppie da 160 a 240 Nm, si configura come un centro multiprocesso di fresatura e tornitura ad elevate prestazioni che consente di utilizzare contemporaneamente mandrini a bloccaggio idraulico su dentatura Hirth.

Sponsor

Mediapartners