Ci vuole qualità anche nel riqualificare: l’esperienza di Hoval in KTC

Per la riqualificazione energetica della nuova sede KTC, in un primo tempo ci si è concentrati solo sul magazzino e sul reparto produttivo, mentre in seguito è stato effettuato anche un intervento sulla centrale termica.

L’azienda KTC, sempre attenta alla qualità dei processi, ha scelto le soluzioni Hoval per il riscaldamento del magazzino e del reparto produttivo della sua nuova sede vicentina, oltre che per una completa riqualificazione della centrale termica.

di Susanna Borghetti

KTC è un’azienda giovane e dinamica, produttrice di compressori a vite di qualità ad elevata tecnologia con caratteristiche di silenziosità, compattezza ed efficienza energetica. Soluzioni uniche ed originali per un ampio spettro di applicazioni, che il reparto ricerca e sviluppo KTC studia e crea in partnership con VMC Engineering, azienda forte di un’esperienza ultratrentennale nell’original equipment del settore aria compressa e titolare di 15 brevetti internazionali. In KTC si presta una grande attenzione alla qualità del prodotto, ma anche a quella dei processi: ogni fase di produzione avviene sotto rigorosi controlli da parte di personale esperto e altamente qualificato. Inoltre, tutta la filiera di fornitori partner nelle varie fasi è italiana e certificata a livello internazionale. Nella nuova sede di Creazzo, in provincia di Vicenza, il management di KTC ha deciso di effettuare una serie di interventi di riqualificazione sull’immobile preesistente e, per farlo, si è affidata a Hoval (http://www.hoval.it), Gruppo esperto in efficienza energetica.

Sono stati installati nello stabile 6 turbodiffusori Hoval TopVent® DHV: progettati per il riscaldamento con il ricircolo dell’aria ambiente, questi sono particolarmente adatti per l’utilizzo in locali molto alti.

UN COLPO DI FULMINE

Edificato negli anni ’60, l’edificio era dotato di un obsoleto impianto ad aerotermi, alimentato da generatori di calore di tipo pressurizzato e di grossa potenza. L’intervento è avvenuto in due fasi: in un primo tempo ci si è concentrati solo sul magazzino e sul reparto produttivo, mentre in seguito è stata effettuata anche la riqualificazione della centrale termica.

Il capannone che ospita il reparto produttivo e il magazzino presentavano una struttura particolare a volte, con altezze elevate di 7 m e di 11 m alla sommità. La forma delle campate del capannone presupponeva una certa complessità dell’intervento, anche in termini di staffaggio. Proprio per la particolare conformazione del tetto, è stata inizialmente scartata l’ipotesi di un impianto a termostrisce. In un secondo tempo invece, il progettista è rimasto conquistato dalla semplicità e dalla facilità di esecuzione della soluzione Hoval e, per questo motivo, l’ha scelta senza alcuna esitazione.

TURBODIFFUSORI PER ALTEZZE ELEVATE

Sono stati quindi installati nello stabile 6 apparecchi Hoval TopVent® DHV: quattro modelli DHV 9 e due DHV 6. I turbodiffusori TopVent® DHV, progettati per il riscaldamento con il ricircolo dell’aria ambiente, sono particolarmente adatti per l’utilizzo in locali molto alti. L’apparecchio, montato sotto il soffitto, aspira l’aria a presente nell’ambiente, la riscalda tramite la batteria termica e l’immette nuovamente nel locale tramite il diffusore ad alta induzione Air-Injector. Grazie all’efficienza della diffusione dell’aria, il turbodiffusore TopVent® DHV permette di ventilare intensamente una superficie molto grande. Confrontato con altri sistemi, richiede un numero ridotto di apparecchi per assicurare le condizioni desiderate.

Il flusso d’aria può essere immesso nell’ambiente sia in forma di cono verticale, sia in orizzontale. In questo modo, ogni turbodiffusore TopVent® DHV riscalda una grande superficie a pavimento, non vengono generate correnti d’aria nella zona occupata e la stratificazione della temperatura è sensibilmente ridotta, con un conseguente risparmio di gestione.

In termini di comfort interno, l’intervento ha portato a risultati eccellenti: i rilievi di stratificazione della temperatura ambiente attestano una differenza di soli 3 °C dall’altezza uomo alla sommità del capannone e la diffusione del calore rimane uniforme in tutto lo stabile, senza correnti d’aria e ristagno di sostanze impure.

Tutte le caldaie Hoval di ultima generazione sono digitalizzate e dotate del sistema di regolazione TopTronic®E, un meccanismo in grado di gestire centralmente tutti gli impianti.

E PER LA CENTRALE TERMICA…

Soddisfatta di tali risultati, in un secondo tempo KTC è tornata a rivolgersi ad Hoval con una richiesta di riqualificazione della centrale termica per ottimizzare ulteriormente consumi, costi ed emissioni. La scelta questa volta è caduta su Hoval UltraGas 400D, una caldaia a condensazione ad alta efficienza che, grazie ad alcuni dettagli tecnici e costruttivi, permette di migliorare il rendimento e di ridurre il consumo di gas. La particolare struttura lamellare dello scambiatore di calore AluFer, aumenta di cinque volte la superficie lato fumi, comportando la condensa di una maggior quantità di vapore acqueo e quindi un maggiore recupero del calore. Anche la sostenibilità di UltraGas, per un’azienda attenta alla tutela dell’ambiente come KTC, ha giocato un ruolo importante: il bruciatore modulante UltraClean riduce infatti la quantità di emissioni.

Durante l’intervento è stata recuperata la vecchia canna fumaria ed è stato utilizzato il collettore con un unico scarico fumi.

Anche in questo caso KTC si è dichiarata molto soddisfatta dei risultati: la gestione e la manutenzione della centrale termica risultano infatti semplificate e non sussistono più i problemi di temperatura di mandata dell’acqua, inizialmente rilevati con i vecchi generatori. Tenendo presente che l’edificio non è ben coibentato, disporre di una caldaia ad alta efficienza energetica comporta anche un notevole plus ai fini del contenimento dei consumi. Un’ altra caratteristica, che ha favorevolmente impressionato l’azienda, è la silenziosità della caldaia.

SOLUZIONI DIGITALIZZATE E SMART

Tutte le caldaie Hoval di ultima generazione sono digitalizzate e dotate del sistema di regolazione TopTronic®E, un meccanismo in grado di gestire centralmente tutti gli impianti.

TopTronic®E regola automaticamente il funzionamento dell’impianto e quindi la produzione di calore e il consumo di energia, in base alle reali necessità e all’andamento delle condizioni meteorologiche esterne. Fornisce inoltre dati analitici sul funzionamento e l’efficienza dell’impianto, con informazioni sui consumi e sui relativi costi. Un vantaggio notevole, anche per un’azienda che in questo modo può tenere sotto controllo tutti i parametri utili. ©TECNeLaB

Da sinistra a destra: Andrea Tecchio: titolare di KTC; Alessandro Ferrati: tecnico commerciale Hoval; Giuseppe Girardello: installatore - titolare di Girardello srl; Marco Girardello: installatore - titolare di Girardello srl; Diego Girardello: progettista - studio STG.

Sponsor

Mediapartners