UNA BELLEZZA PLASTICA

Una panoramica della varietà dei prodotti igus che comprendono sistemi per catene portacavi e cuscinetti autolubrificanti, molti dei quali calcolabili con i sistemi esperti online.

Leader mondiale nella produzione di sistemi per catene portacavi e cuscinetti in materiale plastico, il Gruppo tedesco igus conta ben 2.950 dipendenti e 35 filiali nel mondo. Tra queste una delle più importanti in termini di crescita e di fatturato è quella italiana, nata nel 1993 dall'impegno e dalla visione di Sergio Villa, Country Manager di igus Italia. Chi meglio di lui potrebbe ripercorrere le tappe più significative che hanno scandito lo sviluppo dell’azienda?

di Anna Guida

Con sede centrale a Colonia, igus (www.igus.it) produce catene portacavi in plastica, cavi flessibili per catene portacavi, catene preassemblate con cavi e connettori nonchè cuscinetti autolubrificanti in plastica, snodi sferici e sistemi di scorrimento lineari a strisciamento. Il comun denominatore che sottende a tutte le linee di prodotto è la scelta di utilizzare materiale plastico ad alta tecnologia. “Il fondatore della società, Gunter Blase, aveva una vera passione per i polimeri e a tutt’oggi le materie plastiche sono l’elemento base per lo sviluppo di nuovi prodotti”, spiega Sergio Villa, Country Manager di igus Italia.

DA UN GARAGE DI COLONIA A 35 FILIALI NEL MONDO

igus GmbH nasce nel 1964 in un garage di Colonia come piccola azienda a conduzione familiare, una gestione che caratterizza tuttora la società, che conta oggi ben 2.950 dipendenti e 35 filiali nel mondo. Tra queste una delle più importanti è quella italiana, igus s.r.l., nata nel 1993. “L'organico iniziale era di due persone: il sottoscritto ed Elisabetta, tutt’ora con noi”, spiega Villa. “La casa madre aveva capito che il mercato italiano dell’automazione era troppo importante per non avere una presenza diretta sul territorio. Ci aveva visto giusto: oggi con circa 80 addetti siamo tra le realtà più importanti del Gruppo. Con crescite spesso a due cifre come nel 2015 che ha registrato un +14% sull’anno precedente”.

Sergio Villa, Country Manager di igus Italia.

SPEDIZIONE IN GIORNATA

Per stare al passo con la crescita di personale e di numeri la sede di igus Italia è cambiata più volte. Dal 2005 è a Robbiate (LC), in una struttura con 2.400 m2 di capannone, 800 m2 di uffici e con un magazzino che ospita migliaia di articoli della gamma di catene portacavi, cavi per posa mobile chainflex e cuscinetti autolubrificanti. “Con questa sede abbiamo ampliato notevolmente la nostra superficie nell’ottica di migliorare il servizio e soddisfare ogni richiesta in un mercato che richiede forniture sempre più personalizzate da spedire possibilmente in giornata. Grazie al magazzino efficiente e a un reparto d'assemblaggio molto flessibile, siamo in grado di effettuare spedizioni anche in 24-48 ore. La rapidità è da sempre un fiore all'occhiello del nostro marchio”, commenta Villa.

INNOVAZIONE CON I TECNOPOLIMERI

Altro “marchio di fabbrica” di igus è poi la scelta della plastica come materiale d'elezione. “Nell’ottica di proporre sempre il materiale più adatto a seconda del settore applicativo, igus ha sviluppato 47 materiali plastici differenti per cuscinetti, oltre alla possibilità di utilizzare altri materiali speciali”, continua Villa. “Il vantaggio di utilizzare un materiale plastico autolubrificante, come per l’appunto i tecnopolimeri della gamma igus, consente di migliorare la tecnologia delle macchine e di ridurre i costi. La nostra visione è ben riassunta nello slogan 'Plastics for longer life': sviluppiamo con passione prodotti che allungano la durata d'esercizio delle macchine, eliminano gli interventi di manutenzione e quindi riducono i costi. E ancora più importante, la durata di quasi tutti i nostri prodotti può essere calcolata online”. 

TEST-LAB PER RICERCA E SVILUPPO

“igus, presso la sede centrale di Colonia, dispone del più grande laboratorio test del suo settore. Lì batte il cuore dell'innovazione della nostra azienda. Testiamo, controlliamo e sviluppiamo in condizioni reali su una superficie di 2.750 m² sia componenti singoli che sistemi completi”, prosegue Villa. “Il punto focale dei nostri esperimenti sono le forze di trazione/compressione, l'attrito, l'usura, le forze motrici e l'abrasione con carichi e velocità molto variabili. Inoltre, testiamo la reazione dei nostri componenti allo sporco, alle condizioni climatiche più diverse, come il freddo, o anche agli urti e impatti. Lo scopo è migliorare costantemente i limiti di applicazione”.

E4.350, la catena portacavi in plastica più grande al mondo.

MOVIMENTI AFFIDABILI CON SMART PLASTICS

Le motion plastics, materie plastiche ad alte prestazioni per il movimento resistono a umidità, salsedine, temperature estreme, oli e sostanze chimiche, sono più leggere, dinamiche, efficienti dal punto di vista energetico di altre soluzioni similari e sono spesso anche più convenienti. In occasione dell'ultima edizione della fiera di Hannover igus ha presentato il passo successivo: le “smart plastics" per l'industria 4.0. “Questa novità è stata al centro anche del nostro stand in BI-MU, lo scorso ottobre. L'obiettivo è semplificare ulteriormente la manutenzione preventiva per ridurre i costi nelle fabbriche del futuro. L'integrazione di diverse smart plastics aumenta le possibilità di manutenzione preventiva e quindi anche la disponibilità dell'impianto”, spiega Villa. “L’offerta isense comprende diversi sensori e moduli di monitoraggio. La connessione con il modulo di comunicazione igus (icom) consente l'integrazione diretta nell'infrastruttura del cliente”.

isense è in grado di monitorare la durata d'esercizio di catena portacavi, cavo e guida lineare. Le misurazioni continue dello stato e il calcolo sulla base dei parametri dell'impianto e delle migliaia di dati dei test eseguiti in laboratorio consentono di prevedere in modo affidabile il funzionamento continuo anche in condizioni di utilizzo reali. Se i valori misurati vengono superati, i prodotti intelligenti segnalano tempestivamente le criticità consentendo così di programmare manutenzione e sostituzione. Su richiesta isense può essere collegato al datacenter igus offrendo così ulteriori opportunità come calcolo personalizzato della durata d'esercizio e ottimizzazione dei processi commerciali. Tali attività comprendono ad esempio richieste di manutenzione o invio di ordini di pezzi di ricambio.

 

Tra le tante novità 2016 il supporto di appoggio in alluminio utilizzabile per diverse catene portacavi per uno scorrimento silenzioso e ad attrito ridotto.

 

Sponsor

Mediapartners